Un incontro per salvare l’ospedale degli Incurabili

E’ avvenuto nei giorni scorsi e più precisamente presso la Chiesa di Santa Maria del Popoli degli Incurabili, un crollo che ha devastato l’intera area dell’ospedale. Le instabilità erano già ben visibili, ma anche stavolta si è aspettato che accadesse un fatto del genere, per fortuna nessun ferito. Il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 – Ciro Verdolina, ha ordinato non solo il trasferimento immediato dei 23 pazienti che erano ricoverati all’ospedale degli incurabili, ma anche l’immediata chiusura di alcuni reparti: chirurgia, urologia e radiologia. Questo fatto acaduto non fa altro che peggiorare la situazione grave e disastrosa della sanità Campana. Infatti, oltre al trasferimento dei pazienti, la Farmacia degli Incurabili, sarà chiusa a pubblico con tanto di trasferimento delle opere d’arte e dei monumenti presenti.

Mercoledì 10 aprile dalle ore 10 alle ore 13, Identità Insorgenti in collaborazione con il Comitato Portosalvo, insieme a tutte le associazioni e cittadini che vorranno aderire, ci sarà un incontro affinché si possa richiamare l’attenzione delle istituzioni per quanto accaduto. La Farmacia degli Incurabili, un complesso tra i più antichi d’Europa, è un patrimonio artistico e culturale dal 1860: un bene così meraviglioso che purtroppo visto l’accaduto, cade a pezzi. Intanto Federfarma Napoli e l’ordine dei farmacisti si mobilitano per sostenere il complesso monumentale, finalizzata al raccoglimento dei fondi per la riqualificazione degli incurabili. “Solo il passato garantisce il futuro”, afferma Michele Di Iorio, Presidente di Federfarma Napoli.

Condividi

Lascia un commento :