Colpito da Ictus: vede il suo cane e torna a parlare

E’ successo ad un uomo di 75 anni colpito da Ictus ricoverato all’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze.
L’uomo quando ha rivisto la sua cagnolina ha ricominciato a parlare.

Questo progetto chiamato Per Visiting è stato organizzato e messo in atto dal dipartimento infermieristico dell’ospedale in collaborazione con l’area veterinaria.

L’obiettivo prefissato : quello di di dare sollievo ai pazienti che purtroppo hanno difficoltà motorie e sono costretti a rimanere distanti dai loro amici a quattro zampe.

L’incontro tra il cane e il suo padrone è stato emozionante e ha seguito delle rigide regole per rispettare tutte le procedure di igiene e sicurezza per la tutela della salute dei pazienti ricoverati

Il cagnolino di nome Phoebe entrato in stanza è corso scodinzolando per la gioia verso il suo padrone, ha poi appoggiato la testa sulle gambe dell’uomo che non vedeva da tanto tempo.

Una nuova prova che gli animali fanno bene! Specialmente in tutti quei processi di assistenza e recupero sanitario.
L’uomo colpito da ictus è solo uno dei tanti casi che dimostrano quanto la pet terapy possa essere utile e significativa per il corretto processo riabilitativo o solo per dare speranza e sollievo.

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *