Make-up terapia come il maquillage aiuta la psiche

“Nel make-up come nella vita osate e mostrate quello che vi imbarazza, correggete ciò che vi rende insicure, indossate ciò che vi illumina, liberatevi da condizionamenti di standard e di colori!”.

“Make-up terapia – Il trucco che fa bene all’anima” è un libro di Roberta Scagnolari in cui l’autrice mostra l’enorme potenziale terapeutico del make-up.

Il trucco non come mera vanità ma come atto comunicativo che non copre ma valorizza, che non spegne ma illumina la nostra immagine, quella migliore di noi che vogliamo mostrare per noi stesse, in primo luogo.

Make-up artist e beauty influencer, Roberta Scagnolari, su Instagram seguita come Robyberta da oltre 34 mila persone, si occupa di progetti di bellezza e cura della persona in relazione a donne in fase di ripresa da eventi traumatici di natura fisica e psicologica.

Gli inizi l’hanno vista nei backstage delle sfilate di moda alle prese con celebrities e top model prima di sperimentare una vera e propria metamorfosi.

Entrata in contatto con le farmacie ha iniziato diverse collaborazioni ponendosi un nuovo obiettivo: sostenere le donne nel superamento dei problemi estetici e ridurne il disagio psicologico- sociale.

Partire dal maquillage, allora, come fonte di benessere per le donne e come spinta solidale verso un femminile dal potenziale estetico da sviluppare.

Curare il proprio aspetto estetico aiuta.

In prima linea ad assistere le donne che soffrono di patologie gravi come il cancro, le cui cure debilitano e trasformano il loro aspetto, Roberta Scagnolari ci racconta storie di donne.

Partire dallo sguardo come primo aspetto significativo in stretto rapporto con la psiche, racconta in un’intervista per “Io Donna”:

“Lo sguardo è sinonimo di identità e valorizzarlo partendo dalle sopracciglia spesso sparite a causa delle cure, è fondamentale per ricordare loro di essere donne prima ancora che malate. Solitamente trucco solo una parte del viso e lascio alle pazienti il resto, in modo che il giorno dopo si sentano in grado di replicare il risultato. Convincerle di potersi ancora occupare di questo lato della persona è fondamentale e impatta in modo incredibile sull’umore e la voglia di andare avanti, tanto che non capita di rado che molte arrivino da me con la parrucca vergognandosi del proprio aspetto e se ne vadano senza”.

I problemi da affrontare sono numerosi, dal mobbing ai problemi coniugali, dai disturbi dell’alimentazione alla sterilità.

Indossare il rossetto sulle labbra, scrive la Scagnolari, aiuta a sorriderci, anche in casa anche tra gli affetti familiari, perché possiamo regalarci il meglio di noi stessi e risolvere anche situazioni di impasse sociale.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *