Il mare dentro. L’alga terapia

L’alga marina è una sostanza naturale impiegata nella cosmesi per la cura del corpo e del viso nonché in cucina come prodotto, definito anche superfood, ricco di principi nutritivi.

L’alga marina è non soltanto fonte di antiossidanti, quali la clorofilla, ma gode di determinate specificità che, a seconda della specie, può essere utile per piccoli e grandi malanni.

L’alga chlorella e la spirulina, ad esempio, che risultano le più acquistate, hanno proprietà detossinanti, la prima, mentre la seconda è ottima come remineralizzante in caso di stanchezza o attività fisica intensa.

Le alghe, quindi, possono agire sia sulla pelle che sull’intero organismo.

Aiutano il metabolismo cellulare e l’idratazione e godono, inoltre, di forti effetti snellenti.

Agiscono come protezione dall’ossidazione causata dal sole e aiutano l’eliminazione delle tossine.

Fonte di minerali e vitamine rappresentano una cura della pelle a impatto zero.

Un ingrediente necessario, quindi, per la nostra remise en forme post quarantena.

E proprio dalle alghe arriva un aiuto contro il melanoma.

Uno studio dell’Università Vanvitelli di Napoli con l’Istituto di chimica biomolecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Icb-Cnr) e con l’Università di Genova, si è occupato di ricercare un vaccino contro un modello sperimentale di melanoma realizzato con l’aggiunta di prodotti naturali presenti in micro-alghe e piante.

Il risultato ottenuto è un potenziamento della risposta immunitaria, un vero e proprio ricostituente naturale che aiuterebbe l’azione dei farmaci.

Le sostanze adiuvanti sono necessarie per la preparazione dei vaccini di ultima generazione, inclusi quelli in fase di studio per aumentare la risposta immunologica contro i tumori.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Scientific Report, ha identificato una nuova serie di sostanze marine da utilizzare appunto come adiuvanti per potenziare la risposta immunitaria verso il tumore.

“I vaccini oggi sono fatti con proteine ricombinanti che spesso non sono in grado di stimolare adeguatamente il sistema immunitario dice Raffaele De Palma, docente di Immunologia Clinica ed Allergologia dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli- “Ecco perché si aggiunge sempre un adiuvante che in genere è una miscela di varie sostanze e che ha lo scopo di potenziare la risposta immunitaria evocata dagli antigeni”.

Potrebbe anche interessarti:https://www.salutebuongiorno.it/2020/03/la-lenticchia-dacqua-il-nuovo-superfood-sostenibile/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *