fbpx

La ripresa dell’attività sportiva dopo il lockdown

La ripresa dell’attività sportiva dopo la fine del lockdown imposto dall’infezione da Coronavirus è l’oggetto di un documento pubblicato dalla Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI).

La Federazione si è occupata di redigere alcune linee guida perché si riprendesse l’attività sportiva, necessaria a un buon funzionamento psico-fisico dell’organismo, in sicurezza, senza incorrere in piccoli rischi mettendo sotto sforzo l’organismo dopo più di due mesi di sedentarietà.

Uno stile di vita sedentario, scrive il documento, causa, come accordato con l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) 3.2 milioni morti ogni anno.

“È stato dimostrato che l’esercizio fisico regolare riduce efficacemente il rischio di malattie del sistema cardiovascolare, riduce il rischio di sindrome metabolica e diabete di tipo 2, aumenta la densità minerale ossea e la massa muscolare e, influisce positivamente sulla salute mentale”.

Una corretta quantità di attività fisica, quindi, svolta con le dovute cautele e in condizioni di assoluta sicurezza, è un elemento imprescindibile della vita di tutte le persone.

Tornare ad allenarsi, allora, non equivarrà a riprendere da dove si era lasciato.

Si dovrà dedicare almeno 30-45 minuti al giorno all’attività fisica, aumentando gradualmente il tempo da dedicare allo sport, fino a raggiungere un totale di 150-300 minuti a settimana.

Bisognerà praticare esercizi di tonificazione muscolare e flessibilità associati ad attività aerobiche combinate con esercizi di rafforzamento muscolare e flessibilità per almeno due volte a settimana.

Allenarsi all’aperto comporta prendere in considerazione e seguire alcune regole per la salvaguardia della propria salute e della collettività, quali, indossare la mascherina, il distanziamento e un’attenzione ai rifiuti che produciamo durante l’allenamento, i fazzoletti per tamponare la sudorazione, ad esempio, andranno chiusi in un sacchetto e gettati nell’apposito raccoglitore.

La distanza di sicurezza per chi pratica aerobica o pilates sarà di 5 metri, aumenta a 20 metri per chi pratica ciclismo.

Il documento consiglia, per la ripresa dell’attività dopo il lockdown, di eseguire esercizi posturali e di equilibrio come anche di stretching.

Soltanto dopo si consiglia di inserire esercizi per aumentare il tono muscolare e attività di resistenza.

Potrebbe anche interessarti: https://www.salutebuongiorno.it/2020/01/sport-allaperto-per-rafforzare-lorganismo/

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *