fbpx

Olio di ricino per la cura delle sopracciglia

L’olio di ricino, molto utilizzato nei paesi orientali per la cura dei capelli, può essere applicato sulle sopracciglia per un effetto rinfoltente.

Le arcate impoverite e disidratate necessitano di attenzione e vanno rinvigorite e nutrite.

Tra le sostanze naturali per la cura delle sopracciglia, senz’altro, l’olio di ricino è quello più noto.

L’olio di ricino contiene vitamina E, proteine e acidi grassi, principi attivi rinvigorenti che ben si prestano alla cura di sopracciglia poco folte e disidratate.

Grazie all’azione dei suoi principi nutrienti assicura alle sopracciglia una buona ricrescita poiché riesce ad alimentare i bulbi piliferi.

Economico e alla portata, rappresenta un rimedio per il diradamento e l’assottigliamento delle sopracciglia.

La machera all’olio di ricino si ottiene mescolando 10 ml di olio di ricino a 2ml di acido gallico, presente in tutte le erboristerie.

Questa maschera naturale va applicata sulle sopracciglia con un pennello e lasciata agire per un quarto d’ora.

Con una piccola spugna imbevuta d’acqua tiepida o d’acqua micellare bisognerà ripulire la zona interessata.

Anche l’albume d’uovo è un rimedio economico e naturale per ispessire le sopracciglia.

Si consiglia di applicarlo sulle sopracciglia e lascare agire per 20 minuti circa, azione da ripetere per 3 giorni.

È un trattamento in grado di rinforzare il pelo e l’aspetto delle arcate.

Per un trattamento più completo è possibile assumere degli integratori a base di germe di grano che nutrono la pelle e i bulbi piliferi per l’apporto di acidi grassi, aminoacidi e sali minerali.

Potrebbe anche interessarti: https://www.salutebuongiorno.it/2020/04/capelli-mela-annurca-campana-unalleata-naturale/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *