Que viva la siesta. Il pisolino che riaccende la mente

La siesta è un’abitudine molto radicata nella cultura spagnola, il classico pisolino pomeridiano che anche gli italiani fanno dopo pranzo, soprattutto d’estate.

Dormire un’oretta dopo pranzo non solo favorisce la salute del cuore ma rilassa la mente, alcuni studi, infatti, dimostrano come la famosa “siesta” riaccenda memoria e capacità creativa.

In pratica, dopo la somministrazione di specifici test che misuravano le capacità mentali, è risultato che il cervello di chi non fa la siesta dopo pranzo è più vecchio di circa 5 anni in più rispetto a chi dorme un poco il pomeriggio.

Chi rinuncia alla siesta, insomma, vive un declino mentale maggiore.

Pubblicata dal Journal of the American Geriatrics Society e condotta dalla Johns Hopkins University, nel Maryland, la ricerca ha analizzato un campione tremila adulti (2974 persone), dai 65 anni in su.

Dall’analisi è emerso che il 60% dormiva dopo pranzo, una siesta variabile tra i 30 e i 90 minuti, i partecipanti hanno effettuato dei test di memoria e calcoli matematici.

Non solo, la ricerca della Nasa sui piloti americani ha dimostrato come il riposo pomeridiano di un 40 minuti circa migliorasse la prontezza di riflessi fino al 100% oltre che favorire apprendimento e memoria.

La siesta, inoltre, attivando l’emisfero destro del cervello riattiva la creatività lasciando in condizioni stabili quello sinistro.

Come è stato dimostrato che la privazione del sonno può nuocere cuore e produrre stati di agitazione, al contempo, il riposo post pranzo risulta come una vera e propria “vacanza vascolare” poiché riduce la generale attività cardiovascolare.

Siesta pomeridiana, allora, per la salute di mente e cuore capace di abbassare i livelli di cortisolo, chiamato anche “ormone dello stress” e ridurre i rischi di malattie cardiache oltre che alleviare i livelli di tensione e stress.

Leggi anche: https://www.salutebuongiorno.it/2019/07/insonnia-destate-perche-succede/

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *