fbpx

Asma nei più piccoli per una eccessiva igiene

L’asma è una patologia infiammatoria cronica delle vie aeree per cui si soffre di una ostruzione dei cosiddetti “rami” aerei che rende difficile il passaggio dell’aria nei polmoni.

L’asma colpisce circa 300 milioni di persone, secondo statistiche globali, e può insorgere a qualsiasi età.

Nonostante l’asma sia legati a fattori di sensibilizzazione allergica, essa può essere favorita, soprattutto in età infantile, da alcuni agenti come l’inquinamento indoor causato da un uso eccessivo di detergenti per la pulizia domestica.

Il Canadian Medical Association Journal si è occupato di pubblicare una ricerca che mostrava come l’esposizione dei più piccoli, parliamo dei primi mesi di vita, a detergenti per l’igiene della casa si dimostrasse come fattore di crescita di asma e respiro sibilante.

Il campione era composto da duemila bambini di tre anni, per cui in due casi su tre non avevano fattori di familiarità con la patologia e in otto casi su dieci non erano esposti al fumo, in teoria non erano predisposti all’aumento del rischio di asma.

Il periodo di post lockdown e il timore del contagio da Nuovo Coronavirus ha acuito l’attenzione verso l’igiene domestica, eppure, esistono non poche controindicazioni rispetto a un uso smodato di igienizzanti e detergenti domestici.

Attenendoci allo studio condotto, infatti, l’esposizione dei bambini a prodotti come detersivi per lavatrici, vetri e acciaio che agivano come irritanti delle vie aeree, favoriva l’insorgere dell’asma.

È indubbio che si parli di una predisposizione soggettiva, ciononostante, prodotti aggressivi come quelli citati atti alla sanificazione degli ambienti e quindi che agiscono in rimozione di germi e batteri, possono ledere la salute.

Un ambiente non sufficientemente aerato, infatti, e sottoposto a un ingente lavaggio con igienizzanti aggressivi e senza un buon risciacquo, potrebbe nuocere alla salute dei bambini.

Va bene igienizzare superfici domestiche e pavimenti ma è necessario garantire agli ambienti un buon passaggio d’aria per evitare l’inquinamento indoor.

La temperatura domestica dovrebbe aggirarsi tra i 19 e i 21 gradi con una umidità che non superi il 55%.

Una particolare attenzione ai tappeti su cui tende ad accumularsi la polvere.

Dovrebbero essere rimossi per pulire meglio il pavimento, in caso di allergie nei bambini, o comunque, andrebbero puliti nel quotidiano con un aspirapolvere.

Leggi anche: https://www.salutebuongiorno.it/2019/10/inquinamento-indoor-quanto-ne-sappiamo/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *