fbpx

Epiness avvisa sulla comparsa della crisi epilettica

Si chiama Epiness ed è un dispositivo indossabile che riesce a generare un avviso sullo smartphone con l’anticipo di un’ora, sull’imminente crisi epilettica.

Il device è stato messo a punto dal Dipartimento di Scienze cognitive e cerebrali dell’Università Ben-Gurion in Israele.

Il Dr. Oren Shriki che ha guidato la ricerca afferma:

“Le crisi epilettiche espongono i pazienti con epilessia a vari pericoli prevenibili, tra cui cadute, ustioni e altre lesioni. Sfortunatamente, attualmente non ci sono dispositivi di previsione delle crisi che possono allertare i pazienti e consentire loro di prepararsi per le crisi imminenti. Noi sono quindi molto entusiasti del fatto che gli algoritmi di apprendimento automatico che abbiamo sviluppato consentano una previsione accurata delle crisi epilettiche imminenti fino a un’ora prima del loro verificarsi.

Poiché abbiamo anche dimostrato che i nostri algoritmi consentono una riduzione significativa del numero di elettrodi EEG necessari, il dispositivo che stiamo sviluppando sia accurato e facile da usare.

Attualmente stiamo sviluppando un prototipo che sarà valutato nei test clinici entro la fine dell’anno”.

Una realtà medico-tecnologica, quella di Epiness che nasce da alcuni dati relativi all’epilessia, fino al 30% dei pazienti non risponde, infatti, adeguatamente ai farmaci antiepilettici e vive sotto il costante timore di crisi epilettiche imminenti.

Per questi pazienti, un valido dispositivo di previsione delle crisi potrebbe offrire un sostanziale miglioramento della qualità della vita, consentendo loro di evitare lesioni legate alle crisi.

Gli attuali dispositivi di allarme per crisi epilettiche possono rilevare una crisi in tempo reale ma non sono in grado di fornire avvisi avanzati di crisi imminenti.

Epiness è un dispositivo di previsione e rilevamento delle crisi che si basa su una combinazione di monitoraggio dell’attività cerebrale basato su EEG insieme ad algoritmi di apprendimento automatico.

Il dottor Hadar Ron, presidente di NeuroHelp, la start-up cui il sistema è stato concesso in licenza per ulteriori sviluppi e la commercializzazione, dice “L‘epilessia che non è adeguatamente controllata dai farmaci è prevalente, ammontando fino al 30% dei casi di epilessia, e quindi, un dispositivo di previsione delle crisi accurato e facile da usare è un’esigenza medica insoddisfatta altamente necessaria.

Epiness è può prevedere una crisi imminente e consentire ai pazienti e ai loro assistenti di prendere azioni precauzionali e prevenzione degli infortuni.

È anche l’unico dispositivo che si basa sull’attività cerebrale piuttosto che sui movimenti muscolari o sulla frequenza cardiaca”.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *