fbpx

Cosa e come conservare in frigo

L’organizzazione dello spazio-frigo è un’operazione che richiede un po’ di tempo, sia per la scelta del ripiano giusto dove posizionare il nostro alimento, sia perché alcuni alimenti sono esclusi da questo tipo di conservazione.

È comunemente diffusa una convinzione per cui si crede di poter conservare tutto, o quasi, alle basse temperature del frigo, ma non è così.

Sono bannati dalla conservazione in frigo, infatti, agrumi come i limoni, ad esempio, che erroneamente riponiamo nel cassetto del frigo, oppure frutta come banane e kiwi.

Stesso discorso vale, ad esempio, per i pomodori che andrebbero tenuti fuori per non bloccare le loro fasi di crescita-maturazione.

Bloccarne la crescita naturale con il freddo del frigo, equivale, in realtà, alla rinuncia di specifiche sostanze, quali vitamine e antiossidanti, poiché in frigo, lasciamo questo pomodoro in un eterno stato di acerbità.

Il segreto per non sprecare ciò che acquistiamo non è nel frigorifero, ma nel riuscire a comprare quantità commisurate al nostro consumo.

Per quel che riguarda il come usare gli spazi a disposizione del frigorifero, si dovrebbe partire dalla consapevolezza della spartizione del freddo che il frigo mette a disposizione.

Sbagliare posto, in altre parole, di uova, yogurt o carne, significa non conservare bene l’alimento, fino a comprometterne la qualità.

Per una conservazione ottimale, dovremmo curarci di avvolgere gli alimenti in una pellicola trasparente, o nel caso di zuppe o cibi in contenitori, assicurarci che siano chiusi col coperchio.

Il cassetto

Il cassetto dovremmo dedicarlo alla conservazione delle verdure, tutte le verdure, che possiamo riporre in un sacchetto di carta.

Sopra il cassetto

Sul ripiano appena sopra il cassetto, è bene conservare le carni, con differenze di durata di conservazione per il macinato di carne, che dovremmo consumare entro le 24 h.

Zona medio alta

Nella zona medio alta del frigorifero, zona medio – fredda, dovremmo riporre salumi, formaggi e latticini.

Portauova.

Lì dove il frigo presenta il portauova, è bene appunto conservare le uova, che si mantengono fino a 1 mese.

Zona alta

Nel comparto alto dell’elettrodomestico, il più freddo, potete conservare il pesce e gli avanzi, sempre ben riposti in appositi contenitori, chiusi.

Nella zona alta possiamo riporre anche bibite, salse e burro, che hanno bisogno di una leggera refrigerazione.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *