fbpx

Farmaci online: i rischi

Acquistare farmaci online ci espone a un potenziale di truffe.

È quanto accade, ad esempio, stando agli ultimi casi registrati, per la crema Somatoline, falsificata e venduta da canali non autorizzati.

Si avverte, comunque, stando alle dichiarazioni dell’Aifa- Agenzia Italiana del Farmaco– un aumento delle segnalazioni di truffe riguardo alla vendita dei farmaci online.

sanywell

Ma chi compra online?

La fascia maggiormente a rischio per la vendita dei farmaci online è quella dei più giovani, avvezzi a questo tipo di scelta e meno preparati alle possibili truffe.

farmaci online

Perché acquistare farmaci online?

La motivazione che ci spinge a comprare farmaci online è legata all’aspettativa di risparmio, eppure, si rischia di incorrere in prodotti falsificati e, quindi, illegali.

Certo, la situazione pandemica ha incentivato la vendita dei farmaci online, il mercato web italiano ha visto un incremento del 37% con un beneficio notevole anche del settore farmaceutico.

È di fatto vietata, in Italia, la vendita online di farmaci che necessitano di prescrizione medica.

È possibile comprare online soltanto i farmaci da banco ovvero, medicinali da automedicazione, indicati solitamente per disturbi di lieve entità: un bollino sulla loro confezione li rende facilmente riconoscibili.

 L’acquisto da parte degli acquirenti italiani può essere effettuato solo attraverso i canali autorizzati che espongano il logo comune, attribuito dal Ministero della Salute, che attesta che l’operatore che effettua la vendita online ha regolarmente notificato la sua attività alle autorità competenti e agisce conformemente alle vigenti disposizioni.

farmaci online

Quelle che vengono presentate come offerte “imperdibili” andrebbero valutate con una certa attenzione per evitare di cadere in tranelli e farmaci non regolari.

Questi canali illegali di vendita di farmaci online sono spesso gestiti da organizzazioni illegali e criminali che riescono a sfruttare paure diffuse tra la popolazione a loro vantaggio.

 

Leggi anche: Scarsa prevenzione e farmaci sempre più cari

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *