Pesca: tutte le proprietà

La pesca, frutto del Prunus Persica, il pesco,  proviene dalla Cina e la sua pianta appartiene alla famiglia delle Rosacee.

Matura in estate e ne conosciamo diverse varietà: le spicche dalla polpa gialla e le duracine, dalla caratteristica polpa bianca.

La pesca è composta perlopiù d’acqua, fatto che la rende un ottimo diuretico e depurativo.

sponsor salutebuongiorno

Nel dettaglio, è un buon diuretico perché stimola la funzionalità renale ed epatica.

La pesca è ricca di potassio, le sue proprietà vasodilatatrici la rendono un alleato del sistema cardiocircolatorio, poiché rilassa le pareti dei vasi facendo fluire meglio il sangue.

pesca

Ricca di vitamine come la A, B1, B2, C e PP, la pesca in Europa, vanta una tradizione di pianta medicinale, corteccia e foglie venivano impiegate per cure diuretiche, infatti.

A renderla un buon disintossicante è, però, il suo acido, molto simile a quello citrico, capace di favorire la digestione e la circolazione.

Oltre che un buon diuretico, la pesca è anche un forte lassativo , mangiare una pesca al giorno, aiuta i soggetti che soffrono di costipazione intestinale e stipsi.

pesca

Un piccolo rimedio fai da te consiste nel cuocere 3 pesche fresche al vapore e mangiarle, una volta tiepide, a digiuno la mattina, funzionerà come stimolatore intestinale.

Ricca di minerali, inoltre, il frutto  svolge una buona funzione remineralizzante e ricostituente, funzione importante nei mesi caldi dell’estate.

Capace anche di contrastare lo stress ossidativo che deriva dall’azione dei radicali liberi, questo frutto diminuisce l’invecchiamento cellulare e previene stati infiammatori.

Questo frutto limita la traspirazione e aiuta a metabolizzare i pasti.

 

Leggi anche: Frullato o centrifuga?

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *