Come il sonno influisce sul movimento

Il sonno influisce sul movimento.

In pratica, una volta trovata la nostra posizione per riposare, il movimento rallenta.

 

Ma come il sonno influisce sul movimento?

A spiegarlo è la rivista Sleep Foundation, che in un articolo spiega come nella maggioranza delle persone che soffrono di disturbi del movimento correlato al sonno, i movimenti notturni aumentano prima e durante il sonno.

 I movimenti anomali durante le ore destinate al riposo, non solo rendono più difficile il sonno per chi non riesce a riposare ma anche per chi gli dorme accanto.

“Il sonno frammentato o interrotto può portare a conseguenze diurne, come affaticamento e difficoltà di concentrazione a scuola o al lavoro. 

Comprendere queste condizioni è un utile primo passo per trovare sollievo” scrive la rivista americana.

Secondo l’International Classification of Sleep Disorders, i disturbi del movimento legati al sonno sono una categoria di disturbi del sonno in cui i movimenti ripetitivi interferiscono con il sonno. 

Questi movimenti sono generalmente semplici, come uno scatto veloce o una contrazione.

Differiscono dai movimenti più complessi osservati nelle parasonnie, come il sonnambulismo e i terrori notturni.

il sonno influisce sul movimento

 Il sonno influisce sul movimento determinando piccoli disturbi come la sindrome delle gambe senza riposo.

Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS) è una condizione in cui una persona avverte forti impulsi, a volte irresistibili, a muovere gli arti. 

Gli impulsi si verificano più spesso durante la sera quando una persona è inattiva.

 Il forte desiderio di muoversi o alleviare questi impulsi rende difficile addormentarsi o riaddormentarsi dopo il risveglio durante la notte. 

Questo disturbo interessa il 7% e il 10% della popolazione.

il sonno influisce sul movimento

Le persone con questo disturbo descrivono le sensazioni che si verificano alle gambe, alle braccia e persino al collo come scomode, irritanti o dolorose. 

I sintomi della sindrome delle gambe senza riposo vengono generalmente alleviati spostando gli arti colpiti. 

Questa sindrome si verifica solo quando una persona è sveglia o sta per addormentarsi, ma più dell’80% delle persone con il disturbo delle gambe senza riposo ha anche un disturbo del movimento.

il sonno influisce sul movimento

Altra conseguenza di come il sonno influisce sul movimento è il disturbo del movimento periodico degli arti.

Disturbo del movimento periodico degli arti

Il disturbo da movimento periodico degli arti comporta movimenti ripetitivi di braccia, gambe o piedi durante il sonno. 

Una persona con questo disturbo può contrarsi o scalciare da 5 a 90 secondi alla volta, almeno 15 volte all’ora. 

Questi movimenti che descrivono bene come il sonno influisce sul sonno, possono causare il risveglio di una persona, quindi i disturbi del sonno sono un effetto comune di questo disturbo del movimento correlato al sonno.

Gli studi – così come riporta la Fondazione del Sonno americana- hanno suggerito che circa il 2% dei bambini e dal 4% all’11% degli adulti sono affetti da PLMD – Disturbo periodico degli arti – sebbene la vera prevalenza sia sconosciuta poiché molte persone probabilmente non vengono diagnosticate.

 

Leggi anche: Narcolessia. L’intervista a Massimo Zenti (Ain)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *