fbpx

Sustainable Food Design

Sustainable Food Design è un progetto curato da Crea Alimenti e Nutrizione, si tratta di un hub, un contenitore di idee e pensieri finalizzati alla realizzazione ad ampio raggio di un progetto alimentare green.

Sustainable Food Design non si riferisce allo styling alimentare vero e proprio, non parliamo di estetica del piatto culinario, ma si riferisce a quel che concerne il progettare con uno scopo, nel caso specifico, Sustainable Food Design intende progettare una filiera alimentare sostenibile capace di coinvolgere diversi attori e svariati settori dell’alimentare.

Un atto alimentare è, secondo quanto spiega Stefania Ruggeri, ricercatrice Crea Alimenti e Nutrizione, durante il webinar dedicato al Sustainable Food Design, tutto quanto concerna la preparazione, la realizzazione, la produzione, la comunicazione fino alla vendita e al consumo del cibo.

Sustainable Food Design

Il progetto Sustainable Food Design si propone di ridisegnare la filiera alimentare guidata da una visione ecologica e a basso impatto ambientale, sostenibile, appunto.

La società contemporanea pone la questione della transizione ecologica come priorità dell’agenda politica – sociale ed economica dei Paesi.

Il tema offre la possibilità di migliorare e modificare la produzione alimentare.

Sustainable Food Design

Questa l’ottica sposata dall’hub Sustainable Food Design con l’obiettivo molteplice di ridefinire secondo l’idea di sostenibilità piccole e medie imprese del settore alimentare e sensibilizzare gli acquirenti sul valore che rappresenta l’eco-sostenibilità.

Gli attori coinvolti nel progetto li individuiamo in svariati settori, dalla nutrizione biotecnologica all’agronomia, dalla chimica degli alimenti all’antropologia e le scienze sociali.

Etica e cultura del cibo.

Sustainable Food Design intende partire da qui.

Non solo parole.

Esistono già alcune realtà come la Ferrari Farm, un’azienda agricola della provincia di Rieti che sostiene la coltivazione idroponica e che vanta l’unico impianto in Europa di coltivazioni idroponiche in serre sterili.

 

Leggi anche: Mobilità green: l’indagine

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *