Conseguenze degli incendi sulla salute

Le principali conseguenze degli incendi sulla salute umana sono un peggioramento diffuso della salute respiratoria e cardiovascolare, causato dall’esposizione al fumo.

Il 2021 rappresenta per l’Italia un triste primato di incendi: 1422 e un totale di 160.000 ettari di terra bruciata.

Le conseguenze degli incendi sulla salute dell’uomo è, quindi, un focus su cui porre attenzione a causa dell’aumento generale degli incendi e un’anomala estensione della cosiddetta “stagione del fumo” che, così come scrive l’Italian Institute for Planetary Health, provoca diverse centinaia di migliaia di morti premature in tutto il mondo ogni anno.

I prodotti di combustione così trasportati dal vento, rappresentano un problema per le comunità e rimane tra le conseguenze degli incendi sulla salute umana più rilevante, dato che l’emissione e il trasporto di questi attecchiscono sulle persone più sensibili a questi composti.

conseguenze degli incendi sulla salute

“Le principali emissioni che peggiorano la qualità dell’aria sono il particolato fine e grossolano (PM), tra cui il più pericoloso è il PM2.5 (grandi un quarantesimo dello spessore di un capello), il monossido di carbonio (CO), il metano, e gli ossidi di azoto”.

La ricerca “Fumo di fuoco di terre selvagge e salute umana” pubblicata sulla rivista Science Direct ad opera del ricercatore E. Cascio rileva proprio come si possa evidenziare la relazione tra esposizione al fumo e al particolato e un peggioramento della salute respiratoria, concludendo come la morbilità respiratoria sia tra le conseguenze degli incendi sulla salute più grave.

La morbilità respiratoria comprende l’asma, la broncopneumopatia cronica ostruttiva, la bronchite e la polmonite.

conseguenze degli incendi sulla salute

Incendi dolosi e siccità potrebbero portare ad ampi spazi desertificati e il cambiamento climatico ed eventi meteo estremi potrebbero compromettere la vita degli uomini in certe regioni provocando nuovi flussi migratori.

Gli Stati Uniti assistono a un progressivo aumento di persone a rischio a causa del fumo degli incendi, condizione che richiede una nuova necessità cooperativa per affrontare le conseguenze degli incendi sulla salute delle persone più esposte.

Conclude la ricerca di Cascio: “La gestione del carburante e del fumo rimane una componente importante per proteggere la salute della popolazione”.

 

Leggi anche: Il report Iss sulla Terra dei Fuochi. Salute e territorio

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *