fbpx

Prevenire Mangiando Aglio: Ecco i benefici

Fare prevenzione oggi è importante. L’alimentazione è una delle basi principali che richiede un’attenzione maggiore. Per rafforzare il nostro sistema delle difese immunitarie soprattutto in autunno. Alcuni alimenti possono aiutarci: l’aglio, un alimento dal gusto forte, presenta alcune caratteristiche anche come rimedio a numerosi disturbi.

L’aglio seppur sia è gradito dalle persone, presenta delle proprietà benefiche per l’organismo e può agire come antibiotico naturale. Quest’alimento è coltivato soprattutto in Veneto, Emilia Romagna, Campania e Sicilia.Si presenta delle varietà affinché possa considerarsi una vera e propria eccellenza campana. Ad esempio come quello Vessalio o di quello di Voghiera, dal sapore dolce e delicato. Quando è tagliato l’aglio, spezzato o masticato presenta una funziona difensiva in cui l’allicina conferisce una proprietà dell’alimento che aiutano ad abbattere i batteri, soprattutto se crudo. Tuttavia tra le migliori proprietà troviamo: calcio, potassio, magnesio, folati, vitamina C, provitamina A, vitamine B1 e B2, vitamina PP.

BENEFICI

L’aglio ha un potere terapeutico ed è utilizzato anche nella medicina cinese. Ed è un alleato della salute soprattutto nei mesi di cambio stagione.

DEPURATIVO

Avendo un potere detossinante agisce da chelante che si deposita nel fegato e nelle reni favorendo la loro eliminazione. Regola la pressione sanguigna, contrasta l’ipertensione, il diabete e il colesterolo alto.

ANTIBIOTICO

L’aglio si presenta come un battericida in caso d’infezioni delle vie aeree agendo da antimicotico.

ANTISETTICO

Può combattere anche le infezioni e i disturbi dell’intestino.

ANTITUMORALE

L’assunzione regolare  sembra svolgere un’azione preventiva nei confronti dei tumori.

Insomma, l’aglio dovrebbe essere assunto 4 grammi il giorno, come se fossero degli integratori. Tuttavia avendo dei benefici così importanti, non può far altro che portare buone conseguenze riguardo all’alimentazione e alle diverse caratteristiche riportate all’inizio.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *