fbpx

Infezioni ospedaliere: in Italia 530 mila ogni anno

Sono circa 530 mila le infezioni ospedaliere in Italia e in Europa, che assumono i pazienti nei reparti degli ospedali. Un problema molto comune che purtroppo con il passare del tempo va peggiorando, proprio appunto come rivelano i dati riportati dal Centro Europeo malattie infettive (Ecdc). Circa 33 mila in Europa le persone che perdono la vita per infezioni da batteri contratte in ospedale- di cui 1/3  solo nel nostro paese. La probabilità dell’aumento di queste infezioni ricorre al 6%: i decessi ogni anni sono circa 7800, pari al doppio delle morti legate agli incidenti.

Secondo gli esperti, si tratta di un aumento dei pazienti più fragili con un’età superiore ai 65 anni di cui sono portati sempre di più ad avere l’utilizzo di strumenti per la salute come cateteri o endoscopi. Le infezioni ospedaliere potrebbero evitarsi adottando alcuni semplici passaggi: lavaggio delle mani, uso di medicazioni da tenere sotto controllo etc. Da un’altra prospettiva, l’impatto delle infezioni ospedaliere è devastante. Infatti, rappresentano un rischio che aumenterebbe a dismisura e per questo motivo, è necessario aumentare la pulizia di ogni singola struttura sia da parte del paziente e sia da parti degli operatori sanitari che lavorano all’interno di queste strutture pubbliche.

Il tema delle infezioni correlate all’assistenza sanitaria e ospedaliera sarà al centro del dibattito, in occasione della 13° edizione del Risk Forum Management in Sanità che si terrà a Firenze il 30 novembre. Un momento di vero e proprio confronto affinché possano rendersi più efficaci i servizi sanitari per rispondere ai bisogni della salute dei cittadini.

sanywell

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *