fbpx

Gelato a ciascuno il suo gusto

Il gelato contiene una buona quantità di zuccheri ma questa ragione non lo esclude dalle diete ipocaloriche anzi se ne consiglia uno in sostituzione del pranzo.

Il dilemma posto da molti è sulla sua genuinità, per cui spesso si chiede ai nutrizionisti quale sia, tra il gelato artigianale e quello industriale, quello migliore da scegliere.

Il dubbio si concentra sulla quantità di conservanti e additivi contenuti dai gelati industriali, un dubbio lecito che possiamo chiarire puntando il dito sull’artigianato del gelato che, secondo quanto analizzato, viene prodotto con semilavorati industriali che lo rendono un prodotto in realtà poco artigianale.

La catena del freddo riesce, comunque, a garantire la conservazione a lungo termine del gelato e gli additivi aggiunti nei gelati industriali seguono le normative vigenti che ne dosano le quantità autorizzate.

Anche gli addensanti meritano un chiarimento.

Si tratta, infatti, di sostanze naturali e rintracciabili anche in natura.

Gelato, dunque, a seconda del proprio gusto, che sia artigianale o industriale la differenza è abbastanza irrilevante.

A fare la differenza è senz’altro la quantità di gelato che assumiamo e il gusto che scegliamo.

Per fare un esempio, un 100 grammi di un cono nocciola e panna arriva a contenere oltre le 250 kcal

e risulta ricco di proteine e calcio, la medesima quantità al gusto frutta non va oltre le 150 kcal perché è costituito essenzialmente da polpa di frutta e acqua oltre che lo zucchero.

La rivista Nutrition ha pubblicato una ricerca condotta dall’Università di Tor Vergata di Roma che prendeva in esame un’antica ricetta di gelateria.

La ricerca è riuscita a dimostrare come un semplice gelato, dotato di caratteristiche specifiche e ingredienti, possa risultare quasi una medicina naturale per i suoi evidenti effetti benefici sull’organismo e sull’umore.

Ancora c’è da combattere il danno delle fake news di cui molte riguardano anche il gelato.

Per informarsi in maniera adeguata c’è in libreria “Free from Fake” edito da Biomedia Editore, un libro scritto dai nutrizionisti Martina e Giorgio Donegani che può aiutarci nella guida della scelta di alimenti sani e gustosi senza rischi per la salute.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *