fbpx

Cereali integrali: linea e salute

I cereali come farro, quinoa ma anche orzo e cous cous andrebbero integrati nella nostra dieta quotidiana, in particolare, i cerali integrali.

Uno studio pubblicato da Nutrition Foundation of Italy sottolinea come i cereali integrali contengano, oltre a una significativa quantità di fibra, anche composti di varia natura (vitamine, minerali, polifenoli) che potrebbero contribuire ad un effetto complessivo favorevole sul rischio di cancro del colon.

Lo studio, infatti, mostra  come essi svolgano un’azione sul microbiota intestinale, che com’è noto trasforma parte della fibra alimentare in composti (gli acidi grassi a corta catena) molto importanti per la salute della parete del colon, e la cui composizione in termini di ceppi e specie differenti è regolata anche dall’apporto di specifici polifenoli ad azione prebiotica.
Lo studio ha  evidenziato l’importanza di focalizzare l’attenzione della popolazione generale sul consumo di cereali integrali, piuttosto che di fibra in generale, per la prevenzione di questo tipo di patologia

I cereali integrali sono ricchi di specifici nutrienti come le vitamine del gruppo B, la vitamina E, di sali minerali principalmente magnesio e selenio.

Il buon apporto di fibre, uno dei composti bioattivi più importanti per la nostra salute, fa in modo che si favorisca il transito intestinale, riducendo il rischio di tumori del tratto intestinale.

Poco calorici e per la loro ricchezza di nutrienti sono un ottimo alimento nelle diete dimagranti, che spesso impoveriscono il nostro organismo di vitamine e sali minerali.

Consumare prodotti integrali, quali i cerali, riduce il rischio di sovrappeso, di obesità, di diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari come l’ictus e l’infarto.
I cerali integrali andrebbero sempre inseriti nella nostra alimentazione come indicato dal modello salutare della Dieta Mediterranea.

Per l’estate oltre che la famosa “Panzanella di farro” toscana è possibile modulare diverse insalate di cereali arricchite di pesce e verdure.

Leggi anche: https://www.salutebuongiorno.it/2020/06/cibo-da-spiaggia-cosa-mangiare-al-mare/

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *