Cura dei capelli bianchi

La manutenzione e la cura dei capelli bianchi sono un processo, anche lungo, perché si possa da un lato, rafforzare la chioma che con il sopraggiungere del bianco tende a indebolirsi, e dall’altro restituirle quella lucentezza proprio di capelli sani.

Il primo passo per la cura dei capelli bianchi è, quindi, rafforzare il fusto dei capelli e nutrire la chioma con appositi oli che la renda compatta e resistente.

Clio Make up scrive a riguardo: “Imprescindibili quindi maschere con effetto riparatore, oli nutrienti come l’olio di argan e prodotti termo-protettori per capelli.

sentobene gocce auricolari

Quanto allo styling, da evitare assolutamente gel e cere che potrebbero appesantire i capelli e attrarre sporcizia e smog.

Al contrario, il rimedio perfetto per mantenere i capelli bianchi puliti e voluminosi è lo shampoo secco”.

Ci sono poi alcune differenze riguardo la cura dei capelli bianchi che si prospettano nel caso questi siano naturali oppure se si tratta di una tinta.

cura dei capelli bianchi

Se è vero che il silver è un colore amato anche dalle giovani donne, è sempre opportuno, se si parte da una base di capelli scuri, consultare il proprio hair-stylist perché si possa valutare la forza del capello e la sua possibilità di sopportare una schiaritura così importante.

La cura dei capelli bianchi si traduce anche nella scelta del taglio adatto e alla tonalità da scegliere.

Anche qui incontriamo alcune differenze rispetto a una chioma liscia e una riccia.

Il bianco è un colore con una forte personalità che può valorizzare molto i lineamenti del viso.

Per i capelli lisci gli hair-stylist consigliano i classici carrè, capelli medi e corti e bowl.

Se, invece, si hanno capelli ricci oppure mossi, possiamo optare per una frangia corta per un viso tondo oppure un taglio voluminoso sugli zigomi se abbiamo un volto più spigoloso.

Se si portano i capelli lunghi e non preferiamo i tagli corti, possiamo raccogliere i nostri capelli bianchi in trecce e/o chignon.

Leggi anche: Terza età. E se vivessimo tutti insieme?

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *