fbpx

Uva a colazione per una pelle sana

Uva: che sia bianca, rosata o nera questi piccoli chicchi sono un concentrato di proprietà rigeneranti e antiossidanti nonché antivirali, che non solo ristabiliscono equilibrio intestinale ma aiutano a combattere infezioni come l’herpes, grazie al loro contenuto di acido tannico.

La terapia dell’uva o ampeloterapia, la parola è di derivazione greca, ampelos significa vite, consiste nell’alimentarsi di uva per un massimo di tre giornate alternando con una tisana calda depurativa e acqua, gli effetti sono decisamente rigeneranti.

L’ampeloterapia richiede l’osservazione medica, soprattutto, se decidiamo di protrarla per più dei tre giorni, dato che potrebbe creare problemi allo stomaco.

Per chi, invece, ha problemi legati all’opacità della pelle, la si consiglia nelle prime ore del mattino, a colazione.

L’uva, infatti, contribuisce a ridare luminosità alla pelle rendendola anche più liscia e vellutata.

Questi chicchi dolci favoriscono lo stato di salute dell’apparato muscolo – scheletrico alleviando i dolori dei reumatismi.

Disintossicante e drenante, l’uva aiuta il funzionamento del fegato e dei reni.

Un secco no per l’uva arriva per chi soffre di disturbi digestivi e diabete nonché per chi è nella fascia dell’obesità, dato che il buon apporto di zuccheri che essa contiene, potrebbe rilevarsi controproducente.

È, invece, indicata ai soggetti anemici e per chi soffre di malattie della pelle.

Ricca di vitamine A, B e C, Sali minerali e polifenoli, si consiglia un buon consumo d’uva perché un valido alleato della salute e della bellezza della persona.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *