fbpx

Covid prevenire il contagio in casa

La Covid-19, la patologia provocata dal Nuovo Coronavirus, e la sua diffusione apre le discussioni in ambito sanitario e politico, sul ridimensionamento del contagio.

Riduzione degli spostamenti con relativi provvedimenti che diminuiscano la portata dei mezzi pubblici, la presenza nelle scuole e nei luoghi di lavoro.

Rimanere a casa, dunque, ma perché anche la casa sia un luogo sicuro è importante conoscere le regole per una buona convivenza che non metta a rischio la salute di nessuno.

Istituto superiore di sanità, Regioni e Ministero della Salute, infatti, dichiarano che oltre l’80% dei focolai da Covid si sviluppano tra le mura domestiche.

Seppur sia difficile eliminare il rischio di contagio, è possibile con l’ausilio di alcune regole specifiche, limitare la possibilità di infezione, regole raccomandate in primo luogo a chi vive con soggetti fragili come gli anziani.

La prima regola è evitare gli incontri non necessari, che sia al chiuso o all’aperto, durante gli incontri, qualora necessari, è importante indossare la mascherina che deve coprire naso e bocca.

Mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro.

Al ritorno a casa è necessario togliere le scarpe per impedire a tutti i microrganismi di entrare tra le pareti domestiche.

I vestiti non vanno lavati necessariamente, esclusi i casi di frequentazione di ambienti rischiosi quali case di cura e ospedali.

Abbiate cura di sistemare cappotti e giacche su appositi appendiabiti senza lasciarli in giro su poltrone e sedie.

Varcato l’uscio di casa bene lavare e disinfettare le mani.

«Nelle abitazioni private è fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi in un numero superiore a sei» scrive il Dpcm del 13 ottobre scorso.

Qualora si ospitino persone bisognerà invitare loro a lavare le mani e togliersi le scarpe, evitare di scambiarsi bicchieri e piatti e mantenere le distanze.

Se si condivide la casa con soggetti a rischio, con specifiche patologie o anziani, bisognerà proteggersi con la mascherina in loro presenza ed evitare gli abbracci.

Nel caso, invece, si conviva con un positivo Covid, allora, questi dovrà dormire in una camera separata che dovrà essere arieggiata spesso, mentre i rifiuti che produce raccolti e smaltiti a parte, chiusi in un sacchetto di plastica.

Stessa regola per il bagno, dovrebbe averne uno a disposizione per sé, nel caso non sia possibile, disinfettare e arieggiare l’ambiente dopo l’utilizzo con candeggina o alcol al 70%.

Leggi anche: Vitamina D fortifica risposta antivirale contro Coronavirus

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *