fbpx

Il richiamo della foresta. Odori benefici per la salute

Il richiamo della foresta non è soltanto un celebre romanzo di Jack London.

In ambito scientifico si riferisce a uno studio sui composti organici volatici biogenici, in altre parole, gli oli essenziali emessi dalle piante e dal suolo, che riescono a determinare condizioni di benessere per la salute dell’uomo.

Lo studio, condotto da un team dell’Istituto per la bioeconomia (Cnr-Ibe) insieme al Consorzio Lamma e al Club alpino italiano, è stato poi pubblicato su International Journal of Environmental Research and Public Health.

La ricerca, dal titolo “Variabilità temporale e spaziale dei composti organici volatili nell’atmosfera forestale”, ha esaminato la risposta fisiologica e psicologica a seguito dell’inalazione delle sostanze volatili aromatiche presenti nelle foreste.

Non tutti i siti e i percorsi forestali, né tutte le stagioni o momenti della giornata sono però uguali, anzi le concentrazioni di questi composti cambiano nel tempo e nello spazio molto più rapidamente di quanto ritenuto finora.

L’interesse per le conifere e la loro valorizzazione del nostro laboratorio ci ha indirizzati verso lo studio delle proprietà trasferite da queste piante nell’atmosfera.

Non soltanto un interesse, in quanto le conifere sono oggetto della Terapia Forestale, pratica che, sotto assistenza psicologica e medica, in paesi come Giappone e Corea è sostenuta dai servizi sanitari con risultati in termini psico-fisiologici riportati da una crescente produzione scientifica.

In Italia ancora una pratica emergente, così come dichiara Federica Zabini di Cnr-Ibe, ideatrice della ricerca, “Finora, infatti, nessuno ha pensato a ottimizzare questa pratica in funzione delle proprietà dell’atmosfera forestale. Abbiamo cominciato a testare le proprietà bioattive degli aghi di abete bianco, ottenendo mediante cavitazione idrodinamica un estratto con proprietà antiossidanti significative”.

Specifiche prove preliminari hanno indicato concentrazioni più elevate di composti organici volatili nelle foreste dominate da alberi di conifere rispetto alle foreste di faggio puro.

Zaino in spalla e scarponi, allora, per beneficiare della bellezza delle foreste e degli effetti curativi di queste, sempre più apprezzati per il loro contributo alla salute psicologica e fisiologica umana.

I composti organici volatili biogenici, appunto gli oli che emettono le piante, si accumulano nell’atmosfera della foresta, contribuendo in modo determinante agli effetti curativi della foresta.

 

Leggi ancheLa terapia del vento

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *