fbpx

Bere acqua al mattino

Bere acqua al mattino, appena svegli a stomaco vuoto, secondo la tradizione giapponese, aiuta il metabolismo e funzionare meglio.

Bere acqua al mattino appena svegli è un consiglio che riceviamo anche dai nefrologi, perché questa sana abitudine, aiuta il funzionamento dei reni e ci aiuta a liberarci dalle tossine.

Mantenere idratato il nostro corpo è un fattore che determina lo stato del nostro benessere.

Composto per il 70% d’acqua, infatti, il nostro corpo, perché funzioni correttamente, necessita di un buono stato di idratazione.

La Japan Medical Association ha fondato la terapia dell’acqua, un metodo per disintossicare l’organismo e per mantenerlo idratato.

Bere acqua al mattino è oggetto di un articolo pubblicato sulla rivista lifehack.org.

L’articolo non solo consiglia di bere acqua al mattino, 4 bicchieri nel dettaglio, ma anche di rimanere digiuni per i successivi 45 minuti.

L’abitudine del bere acqua appena svegli depura l’organismo dalle tossine e idrata.

bere acqua al mattino

Mentre riposiamo la notte, infatti, il nostro corpo espelle le tossine che grazie al nostro bicchier d’acqua appena svegli, riusciamo in questo modo, a “lavare via”.

Perché questo effetti risulti potenziato l’articolo ci suggerisce di aggiungere all’acqua un po’ di succo di limone così da ridurre l’acidosi.

Bere acqua al mattino a stomaco vuoto stimolerebbe il funzionamento del nostro metabolismo aiutandoci a facilitare la digestione.

L’acqua bevuta al mattino aiuta a far funzionare bene reni e fegato e a mantenere pulito l’intestino.

Contrasta il bruciore di stomaco e infezioni alla vescica.

I benefici si riscontrano anche per la salute della pelle.

bere acqua al mattino

500 ml d’acqua al mattino a stomaco vuoto eliminando le tossine e aumentando il flusso sanguigno renderebbe la pelle più luminosa.

La disidratazione è da annoverare tra le concause dell’emicrania.

Bere acqua al mattino, idratando e ossigenando il cervello, contrasterebbe l’insorgere di attacchi di emicrania e cefalee.

Scrive la rivista lifehack.org: “La disidratazione può avere un grave impatto sulla crescita dei capelli. 

Bere molta acqua nutre i capelli dall’interno verso l’esterno. 

L’acqua costituisce quasi ¼ del peso di una ciocca di capelli.

Un’assunzione insufficiente di acqua può causare capelli fragili e ciocche sottili.

Dovresti bere più acqua ogni giorno, ma bere acqua a stomaco vuoto può migliorare la qualità dei tuoi capelli in misura maggiore”.

 

Leggi anche: Bere acqua a tavola

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *