Medicina di genere-specifica: Cosa intendiamo ?

Il genere come determinante della salute. Cosa intendiamo?

È soltanto di recente che si è dato inizio alle ricerche specifiche sulla medicina di genere, sulla fisiologia e fisiopatologia, sulle caratteristiche cliniche delle malattie.

La sperimentazione farmacologica e la differenza di genere è storia contemporanea, Quaderni del Ministero della Salute, aprile 2016. Ripensare la medicina significa porre un’equa attenzione alle tematiche sanitarie sulla salute del genere femminile.

Nel 2002 l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) aveva fatto richiesta di prendere in esame alcune considerazioni di genere nelle politiche sanitarie perché diventasse pratica usuale.

La salute non conosce neutralità, anzi vi va applicato il concetto di diversità affinché si riesca a garantire a tutti il miglior trattamento possibile in funzione di specificità di genere. “Dalla medicina di genere alla medicina genere-specifica” è un editoriale di Giovannella Baggio, docente di Medicina di Genere dell’Università di Padova, in cui si legge: «La Medicina di genere non esiste. Esiste, invece, solo la Medicina genere-specifica. Poiché nel momento in cui si insegna o si pratica una medicina a misura di uomo e di donna non vi può essere una via separata dal resto della medicina. Non si può insegnare la Medicina di genere come medicina parallela, o alternativa. La medicina va insegnata e praticata in modo genere-specifico in tutte le sue specialità.» la necessità, secondo la docente, è quella di rifondare la medicina per completare le conoscenze che sono avanzate ma mai differenziate.  La proposta di legge n.3606 “Disposizioni per favorire l’applicazione e la diffusione della medicina di genere” è stata depositata alla Camera nel febbraio del 2016. Essa intende rimodulare la formazione per i medici, e sollecita l’inserimento per ogni anno del Corso universitario medico a partire dall’anno accademico 2017-2018 di insegnamenti (almeno uno) di medicina di genere-specifica. Riguardo al servizio pubblico l’Onda (Osservatorio nazionale sulla Salute della donna, ha avviato il Programma Bollini Rosa ovvero una lista di ospedali con particolare attenzione all’utenza rosa. Sul sito www.bollinirosa.it è possibile consultare le schede di tutti gli ospedali.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *