fbpx

Speciale Arte. Il “materialismo” storico di Li Song Song

L’arte contemporanea cinese affronta con l’autore Li Song Song gli aspetti più controversi della sua società e del tema dell’urbano.

Nato a Pechino e formatosi in Cina, Li Song Song espone in Italia come negli Usa ed è uno degli artisti più rappresentativi della scena pittorica cinese degli ultimi 15 anni.

Il tema urbano, diventato progressivamente, centro della pittura contemporanea cinese, è ripreso da Song Song come rievocazione storica, come processi, cinesi e non, in cui la composizione nella sua disomogeneità strutturale, incontra un equilibrio di assemblaggio.

Tecniche tattili, Song Song (sito web Li Songsong) realizza strati densi di pittura creando ritratti e personaggi anche partendo da fotografie e immagini storiche.

Esponente del neo realismo cinese Li Song Song esplicita una consapevolezza sociale e storica in un’ottica di perduta spiritualità.

Le sue tele materiche, spesso in bianco e nero, sembrano avere un duplice obiettivo, da un lato allontanarci visivamente dal soggetto dell’opera che ci appare sfocato e dall’altro analizzare una prospettiva di umanità universale.

La Storia ci appartiene come Umanità.

In un gioco tra nazionalismo e internazionalismo storico, Li Song Song rappresenta un ramo della ricerca cinese come riflessione sui tempi della Cina e del mondo in chiave storico-urbana.

L’indagine fa luce sui processi storici che hanno interessato la società cinese e non, un’indagine che prosegue adombrando i colori e stabilendo i contrasti storici attraverso un bianco – nero e un chiaro scuro strumentale alla sua ricerca identitaria e artistica.

“Square”, dipinto del 2001 è una piazza gremita, una piazza qualsiasi di un qualunque posto nel mondo unita da un senso e un modo di affiliazione che è tutto umano.

Come nel dipinto del 2009 “Oxigen mask” l’autore sembra precorrere i tempi a corto respiro che stiamo vivendo.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *