Oms lancia app che indica i raggi UV

Si chiama SunSmart Global UV ed è la nuova app che indica i raggi UV lanciata dall’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità- con lo scopo di aiutare l’utenza a monitorare l’intensità dei raggi UV durante il giorno e di conseguenza valutare il grado di protezione dai raggi UV richiesta dalla condizione climatica.

app che indica raggi UV

L’app che indica i raggi UV, disponibile gratuitamente sia nell’App Apple che nei Google Play Store,  è atta a fornire informazioni localizzate sui livelli di radiazione ultravioletta, previsioni meteo e UV fino a cinque giorni.

L’app che indica i raggi UV nasce dalla sinergia di OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e l’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO). 

sponsor salutebuongiorno

L’app che indica i raggi UV è anche in grado di evidenziare quelle fasce orarie in cui è richiesta una maggiore protezione solare.

app che indica raggi UV

L’app che indica i raggi UV rappresenta un supporto informativo e una strategia perché l’utenza, sensibilizzata sul tema della protezione solare, sia resa consapevole dei rischi che l’esposizione al sole comporta.

L’esposizione prolungata ed eccessiva ai raggi UV è una delle principali cause di cancro della pelle e altre malattie correlate ai raggi UV. 

L’app consente l’inclusione di flussi di dati nazionali e locali e l’adattamento a più lingue: è attualmente disponibile in cinese, inglese, francese, russo, olandese e spagnolo.

“Le prove dimostrano che la sovraesposizione ai raggi UV è la principale causa di cancro della pelle. Quindi è fondamentale che le persone sappiano quando e come proteggersi”, ha affermato la dott.ssa Maria Neira, Direttore dell’OMS, Dipartimento per l’ambiente, i cambiamenti climatici e la salute. 

app che indica raggi UV

“Incoraggiamo tutti a utilizzare l’applicazione per proteggere sè stessi e i propri figli e per farne un’abitudine quotidiana”.

Aumentare la consapevolezza del pubblico e contribuire a ridurre l’incidenza del cancro della pelle, l’obiettivo principale dell’app che indica i raggi UV.

L’ applicazione supporta in definitiva il raggiungimento dell’obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, che mira a garantire vite sane e benessere in tutto il mondo entro il 2030.

“Questa app combina competenze meteorologiche, ambientali e sanitarie per aiutare a proteggere le persone dal sole sia al lavoro che nel tempo libero. È unico perché utilizza i dati delle stazioni di misurazione meteorologiche e UV a livello nazionale per fornire letture dell’indice UV accurate e specifiche per posizione “, ha affermato il professor Petteri Taalas del segretario generale dell’OMM. “È un ottimo esempio di scienza al servizio della società”.

A livello globale, si stima che nel 2020 siano stati diagnosticati oltre 1,5 milioni di casi di cancro della pelle (melanoma e non melanoma combinati).

Nello stesso periodo, più di 120.000 persone in tutto il mondo hanno perso la vita a causa di questa malattia altamente prevenibile. 

“Uno dei principali fattori che contribuiscono a questi tumori è l’eccesso di radiazioni UV dovute all’assottigliamento dello strato di ozono stratosferico terrestre risultante dal rilascio di alcune sostanze chimiche artificiali.

In base al trattato internazionale noto come Protocollo di Montreal, tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite stanno gradualmente eliminando la produzione e il consumo di tali sostanze secondo un calendario specifico”.

L’OMS ha pubblicato una serie di semplici misure di prevenzione:

  • Limitare il tempo al sole di mezzogiorno
  • Cerca l’ombra quando i raggi UV sono più intensi
  • Indossare indumenti protettivi, cappelli e occhiali da sole
  • Usa una crema solare ad ampio spettro di protezione solare

 

Leggi anche: Cibo da spiaggia. Cosa mangiare al mare

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *