fbpx

Gambe pesanti un problema al femminile

Gambe e caviglie gonfie accompagnate da dolore è un problema che si acuisce nella stagione estiva e che riguarda, in misura maggiore, il genere femminile.

Con una percentuale maggiore di tre volte rispetto a quella maschile, le donne, così come risulta da un’indagine di DoxaPharma di qualche anno fa, soffrono maggiormente di gonfiore e pesantezza alle gambe.

Una condizione che non viene, però, riconosciuta come un problema da affrontare in sede medica da 7 donne su dieci, in quanto, soltanto il 30% delle persone interessate indaga sulla radice del malessere.

sentobene gocce auricolari

La sensazione di pesantezze o di vero dolore alle gambe è dovuta a un accumulo di liquidi nello spazio interstiziale, lo spazio libero tra le cellule, un fastidio che il caldo estivo non aiuta poiché agendo da vasodilatatore, provoca difficoltà dei vasi capillari a far fluire i liquidi verso l’alto.

Se di natura patologica, il fastidio potrebbe essere individuato come malattia cronica venosa, un problema che affligge fino all’80% della popolazione.

Esistono una serie di pratiche del benessere applicabili a questo tipo di problema, dal massaggio alla camminata, dalla scelta delle scarpe a un buono stato di idratazione corporea.

I kg di troppo non aiutano ad affrontare il problema a causa dello schiacciamento dei vasi sanguigni che questi provocano nei soggetti in sovrappeso.

Obesità e sovrappeso, infatti, accrescono le difficoltà circolatorie e rallentano il flusso del sangue verso il cuore.

Controllare il peso corporeo, quindi, per preservare la salute dei vasi sanguigni è il primo passo verso la soluzione della pesantezza alle gambe.

Moderare il consumo di sale e alcolici, così come anche grassi come burro e margarina perché, aumentando la pressione, contribuiscono a peggiorare l’insufficienza venosa.

Il massaggio muscolare, praticato con specifici massaggi plantari, è tra le soluzioni indicate dagli specialisti per alleviare la sensazione di pesantezza alle gambe.

Massaggiare la pianta del piede, infatti, aiuta a far fluire i liquidi agendo sul dolore e sul gonfiore in modo efficace.

I dolori alle gambe e caviglie insorgono, in genere, la notte compromettendo la qualità e la durata delle ore di riposo. Un buon rimedio è quello di sollevare le gambe appoggiandole su uno o più cuscini evitando la stasi circolatoria.

La scelta delle scarpe è un altro punto da affrontare per stare meglio, bisognerebbe assecondare la curvatura naturale del piede che si traduce nel non camminare a piedi scalzi e scegliere scarpe non troppo alte, si consigliano tacchi a base larga di 4 cm.

Infine un consiglio efficace è quello di idratarsi bene durante l’arco della giornata, bere molta acqua anche lontano dai pasti, agisce sul buon funzionamento del sistema cardiovascolare, si consigliano 2 lt di acqua al giorno a basso residuo minerale (<50 mg/) così come tisane drenanti.

Trekking, jogging e nuoto tra le attività consigliate in quanto tonificano i muscoli e migliorano la circolazione.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *