Aria pulita aiuta la salute della mente

L’aria pulita aiuta la salute della mente, vivere in luoghi con un basso tasso d’inquinamento avrebbe conseguenze positive su alcune patologie come demenza e declino cognitivo.

Che l’aria pulita fosse un toccasana per la salute, è probabilmente una realtà consolidata.

L’aria pulita aiuta la salute della mente è, però, una nuova evidenza scientifica che si riscontra in uno studio pubblicato dalla rivista Plos Medicine.

sponsor salutebuongiorno

Lo studio rileva sì che l’aria pulita aiuta la salute della mente ma anche come abbia conseguenze positive sulla longevità.

Scrivono gli autori: “Il miglioramento della qualità dell’aria (AQ) è stato associato a un miglioramento della salute cardiopolmonare e a una diminuzione della mortalità, ma per quanto ne sappiamo, nessuno studio ha esaminato l’associazione con la funzione cognitiva.

Abbiamo esaminato se il miglioramento dell’AQ fosse associato a un tasso più lento di declino cognitivo nelle donne anziane di età compresa tra 74 e 92 anni”.

aria pulita aiuta la salute della mente

Lo studio, nel dettaglio, mostra che l’aria pulita aiuta la salute della mente e si correla ad un più lento processo di declino cognitivo in tarda età.

Si rinsalda, allora, secondo nuove evidenze, il rapporto corpo-mente.

aria pulita aiuta la salute della mente

Il campione dello studio che rileva che l’aria pulita aiuta la salute della mente, si compone di 2.232 donne di età compresa tra 74 e 92 anni.

Le donne sono state seguite per 20 anni, sottoposte a due diversi test cognitivi ogni anno.

 Al momento del reclutamento, nessuna delle donne era affetta da demenza.

Le donne vivevano in 48 stati diversi, dove, in contemporanea si sono svolti esami annuali sulla qualità dell’aria dove risiedevano le persone.

Le donne che vivevano in ambienti con aria buona e poco esposta a sostanze inquinanti,

restavano cognitivamente più giovani di quasi un anno e mezzo.

L’aria pulita aiuta la salute della mente, quindi, un numero crescente di prove epidemiologiche supporta l’esposizione tardiva agli inquinanti atmosferici ambientali come importante fattore di rischio modificabile per la demenza. 

 

Leggi anche: Ama la Natura come te stesso

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *