Rapporti di lavoro: l’importanza della rete

I rapporti di lavoro efficienti rappresentano una risorsa per il lavoratore.

Un recente studio di TimelyMD mostra che giovani  professionisti ancora non inseriti nel mondo del lavoro sono desiderosi e pronti a lavorare ma mostrano preoccupazioni diffuse per le finanze, la loro capacità di avere successo e il loro benessere mentale generale.

Niente di propriamente nuovo.

La novità, invece, risiede nell’esistenza di sistemi di supporto che possono aiutare i lavoratori.

Il posto migliore che è possibile trovare sono i rapporti di lavoro che puoi e dovresti costruire con colleghi.

rapporti di lavoro

A parlarne è la rivista Psychology Today che si chiede:

Perché i rapporti di lavoro contano?

“Credevamo che il successo professionale dipendesse dal trovare quell’unica persona: quel mentore, quel guru, quella persona che era più vecchia e più saggia di te, che aveva potere e posizione e poteva aprirti le porte.

Ma non basta più affidare tutto il proprio percorso professionale a favore di una sola persona”. 

I rapporti di lavoro costruttivi sono fondamentali per lavorare bene, ci dice la psicologa.

Una rete ampia e diversificata, infatti, amplia le prospettive e approfondisce le opportunità attraverso connessioni aggiuntive.

E soprattutto assicura che nessuna persona abbia troppa influenza su di te e sul tuo percorso.

Mentre la realtà quotidiana del tuo lavoro potrebbe essere focalizzata sull’esecuzione di compiti specifici, il lavoro viene svolto attraverso e con le persone. 

Costruire relazioni con i tuoi colleghi ti aiuterà a orientarti nella politica organizzativa, a capire il funzionamento delle strutture e a comprendere quelle regole non scritte che possono aiutare o ostacolare il successo.

rapporti di lavoro

Ma cos’è il successo?

Probabilmente possiamo definirlo con un semplice: lavorare bene e in sintonia.

Costruire rapporti di lavoro efficaci si traduce in un rapporto di lavoro produttivo e positivo, che sia il manager o lo sponsor, questa rete sarà d’aiuto e supporto nei momenti di incertezza.

 I rapporti di lavoro, le persone con cui si collabora sono quelle cui rivolgersi per consigli e opinioni nuove che faranno da feedback obiettivo di cui si ha bisogno per crescere personalmente e professionalmente.

Chiedere aiuto e guida ai tuoi colleghi non è un segno di debolezza.

Ed è un ottimo modo per costruire connessioni con consulenti fidati e saggi che alla fine potrebbero trasformarsi in mentori o amici.

Man mano che si acquisisce esperienza e conoscenza, sarà possibile identificare meglio le persone che desideri nella tua rete. 

Il consiglio per chi inizia, però, è la costruzione di una rete diversificata e amplia.

“Infine- si scrive nell’articolo- ricorda che la costruzione di reti è costruzione di relazioni. 

Non si tratta di ciò che puoi ottenere dalle altre persone.

Non stai completando una transazione.

Non stai spuntando le attività da un elenco.

Stai costruendo relazioni”.

 

Leggi anche: Andare al lavoro in bicicletta per una vita migliore

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *