fbpx

Andare al lavoro in bicicletta per una vita migliore

Camminare e andare in bicicletta sono due attività fisiche fondamentali per il benessere fisico. Secondo alcuni sondaggi d’opinione, molte persone sarebbero disposte a camminare o andare in bicicletta più spesso se le condizioni fossero favorevoli.

È certo che la maggioranza delle città, negli ultimi 50 anni, sono state progettate per il trasporto motorizzato, strade allargate a spese dei marciapiedi per la circolazione veicolare a svantaggio di anziani, più giovani e diversamente abili.

Ciononostante  la bicicletta conosce una nuova e larga diffusione, in particolare la bicicletta elettrica di cui le vendite crescono in maniera significativa un  “con un +16,8% e 173.000 pezzi venduti” (La Repubblica, 2019)

Questo cambiamento culturale conosce anche nuove politiche di incentivi alla mobilità sostenibile affinché la coscienza ambientalista riesca a trovare una nuova fattibilità. È il caso del progetto Bike2work, un rimborso kilometrico previsto per chi sceglie la bicicletta per andare al lavoro.

In Italia questo progetto è stato attivato nel comune di Massarosa, in provincia di Lucca per cui, previo bando, sono stati selezionati 50 lavoratori che hanno potuto beneficiare di un rimborso di 25 €cent/km per andare in bici al lavoro, ugualmente accade a Bari dove è previsto un rimborso di 20 centesimi per ogni km, monitorati da un’app.

Politiche di mobilità sostenibile che riescono a generare un fatturato di 6,2 miliardi all’anno in Italia in termini di risparmio di carburante, benefit sanitari e di emissioni nocive.

Nel dettaglio il progetto Bike2workcoinvolge lavoratori e aziende con l’obiettivo di introdurre uno stile di vita sostenibile e uno spostamento che sia alternativo all’auto privata e funzionale allo stesso tempo. I dipendenti ne beneficeranno in termini di salute e di economia personale.

Tutti i dettagli al sito: http://www.bike2work-project.eu/en/

Condividi

Lascia un commento :