Surgelati e sicurezza alimentare

Surgelati e sicurezza alimentare, un tema delicato che merita un approfondimento per scongiurare ogni rischio anche grave per la salute.

Perché surgelati e sicurezza alimentare?

Il 98% degli italiani, così come rilevato da un’indagine Iias -Bva- Doxa, consuma surgelati, dati che riguardano l’intero Paese e includono diverse tipologie di nuclei familiari.

Almeno 2 volte a settimana il 61% degli italiani consuma alimenti surgelati.

surgelati e sicurezza alimentare

Che sia stato il lockdown o un cambio di abitudini alimentari, l’aumento del consumo dei surgelati ci fa porre attenzione sul tema surgelati e sicurezza alimentare.

Non solo.

Il caso in Francia iniziato il 27 marzo, di Christina, la 34enne finita in ospedale dopo aver mangiato pizza surgelata del marchio Buitoni così come riportato dalla testata Le Figaro, preoccupa i consumatori.

L’Efsa presenta una breve linea guida su come trattare gli alimenti surgelati perché sia chiaro il rapporto tra surgelati e sicurezza alimentare.

In sintesi, le indicazioni dell’autorità sono:

scongelare solo la quantità di cibo che si intende consumare;

non congelare nuovamente ciò che è stato congelato;

cuocere sempre gli alimenti dopo il passaggio in freezer per eliminare i batteri;

scongelare carne, pesce e frutti di mare in frigorifero, posizionati su un vassoio, per evitare contaminazioni;

per frutta e verdura meglio procedere posizionando gli alimenti sotto l’acqua corrente fredda, nella loro confezione originale;

scongelare gli alimenti a bassa temperatura per evitare la proliferazione dei batteri.

surgelati e sicurezza alimentare

A ciò, l’EFSA aggiunge l’importanza di mantenere l’igiene negli spazi della cucina, lavarsi con cura le mani e seguire naturalmente le indicazioni dei produttori.

“In questo modo, sarà possibile per consumatori e attori della filiera alimentare unire le forze evitando gli sprechi e promuovendo uno stile di consumo sempre più consapevole e responsabile”.

Anche per il periodo post Covid, sono proprio le pizze surgelate menzionate dall’indagine Iias-Doxa come prodotti più consumati.

La praticità di questo tipo di alimento ne favorisce l’acquisto e il consumo, ma trattiamoli bene.

Lo scandalo che sta investendo la Buitoni non si ferma per ora.

La linea Fraîch’Up al momento è stata ritirata dal mercato francese perché ritenuta causa di contaminazione da batterio E. Coli.

La catena non è in vendita in Italia, ma per scongiurare qualsiasi problema tra surgelati e sicurezza alimentare, è bene seguire i consigli degli esperti su come trattare i surgelati perché se ne preservino tutti i vantaggi.

 

Leggi anche: FOCUS PEDIATRIA Incidenti domestici e intossicazione. Parla il medico

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *