Effetti sul peso del digiuno intermittente

Gli effetti sul peso del digiuno intermittente, confrontati con una dieta ipocalorica, non sembrano rilevare valori differenziali elevati.

Il confronto tra i due regimi volto a stabilire gli effetti sul peso del digiuno intermittente rispetto a una dieta ipocalorica classica, che non tenga conto, cioè, del tempo in cui mangiamo, è stato pubblicato dalla rivista di nutrizione italiana Nutrition Foundation of Italy.

La domanda iniziale da cui parte l’analisi si riferisce appunto alla priorità da stabilire: è importante cosa (e quanto) mangiamo oppure è più rilevante a che ora consumiamo i nostri pasti?

Lo studio riferisce come siano giunte sul tema alcune conferme sperimentali che hanno evidenziato una certa importanza sull’ora e la composizione della cena.

effetti sul peso del digiuno intermittente

Eppure tiene conto del dibattito attuale intorno all’opportunità di concentrare l’apporto calorico della giornata in un tempo limitato: in genere 8 ore, seguite da 16 ore di sostanziale digiuno, quella modalità d’alimentazione che chiamiamo, appunto, “digiuno intermittente”.

effetti sul peso del digiuno intermittente

Gli effetti sul peso del digiuno intermittente ci sono, ma questo tipo di approccio alimentare, nel dettaglio, amplificherebbe gli effetti della dieta permettendo altresì di sfruttare gli effetti metabolici favorevoli che il digiuno o la restrizione calorica attiverebbero a livello cellulare.

La ricerca, pubblicata dal New England Journal of Medicine, ha svolto uno studio controllato e randomizzato in Cina.

In pratica sono stati presi in esame 139 soggetti obesi (BMI: 28-45) ed è stato valutato l’effetto di una classica dieta ipocalorica (da 1500 a 1800 kcal per gli uomini, e da 1200 a 1500 kcal per le donne), con l’apporto energetico distribuito nell’intera giornata, o di una dieta nella quale le stesse calorie erano concentrate tra le 8 del mattino e le 4 del pomeriggio.

“Al termine dei 12 mesi di intervento il calo ponderale è risultato non significativamente differente tra i due gruppi, così come gli effetti sulla circonferenza addominale e sulla massa grassa e magra, che erano gli obiettivi secondari dello studio”.

effetti sul peso del digiuno intermittente

Gli effetti sul peso del digiuno intermittente, quindi, non si scostavano in maniera evidente da quelli di una dieta ipocalorica, diciamo così, classica.

Differenze sostanziali non risultano neppure dal confronto tra i due regimi alimentari rispetto ai valori di pressione arteriosa.

L’analisi, quindi, evidenzia, anche se in maniera parziale, che è l’apporto calorico complessivo, piuttosto che la sua distribuzione nella giornata, a guidare il calo ponderale, la diminuzione del peso.

 

Leggi anche: Gli effetti della dieta mediterranea sull’acne

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *