fbpx

Inquinamento: conseguenze sulla salute

L’inquinamento rappresenta un pericolo ambientale pressante che mette a rischio la salute di un numero sempre più cospicuo di persone.

La rivista Nature Communication dedica al tema un lungo articolo, in cui ci dice che attualmente, il 91% della popolazione mondiale vive in luoghi in cui i livelli di inquinamento superano le linee guida dell’OMS.

In un recente annuncio l’OMS, così come scrive Nature, ha ulteriormente ridotto i limiti raccomandati.

Redarguire gli Stati sui livelli tollerabili di inquinamento ambientale, si traduce nel preservare la salute della popolazione.

inquinamento

L’inquinamento atmosferico uccide circa 6,7 ​​milioni di persone all’anno principalmente a causa di malattie respiratorie e cardiovascolari, e ha un impatto significativo sulla salute mentale.

Le fonti principali di smog si individuano nel processo di combustione di combustibili fossili per i trasporti, l’industria, l’agricoltura e, pertanto, l’inquinamento è direttamente collegato al soddisfacimento di molti dei nostri bisogni fondamentali.

La mancata attenzione al problema descrive, intanto, stili di vita insostenibili, e questo a livello globale.

Se da un lato, però, esiste come problema globale, dall’altro esso non si distribuisce equamente.

I processi industriali legati alla produzione, al commercio e al consumo di beni sono una fonte fondamentale del problema  atmosferico. 

inquinamento

Gran parte di questo viene rilasciato nei paesi a basso e medio reddito mentre producono beni che vengono scambiati all’estero, consentendo ai paesi ricchi di esternalizzare lo smog atmosferico e gli effetti sulla salute del loro consumo. 

La disuguaglianza nell’esposizione non si verifica solo a livello internazionale, ma anche all’interno dei paesi.

“Forme sistematiche e storiche di discriminazione spesso si traducono in livelli di esposizione più elevati e, quindi, maggiori oneri sanitari per i gruppi emarginati in tutto il mondo”.

Viniece Jennings, in una nota scritta su Nature, sottolinea che mentre le infrastrutture verdi hanno il potenziale per ridurre l’inquinamento atmosferico, l’accesso disuguale può limitare i miglioramenti per le comunità emarginate. 

 

Leggi anche: Inquinamento indoor: quanto ne sappiamo?

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *