Gli effetti della dieta mediterranea sull’acne

La dieta mediterranea è un modello alimentare che gode di proprietà antinfiammatorie in diverse malattie, tra queste l’acne.

L’acne è una malattia cutanea cronica, infiammatoria e debilitante, su cui i fattori dietetici e lo stato nutrizionale hanno effetti esacerbanti.

Uno studio dell’Università Federico II di Napoli coordinato dalla dottoressa Annamaria Colao e pubblicato sulla rivista  Journal of Translational Medicine ha indagato sullo stato infiammatorio dell’acne misurando l’angolo di fase che ne rappresenta l’indicatore.

sentobene gocce auricolari

Lo studio osservazionale trasversale ha compreso un campione di 51 pazienti con acne e 51 soggetti di controllo.

dieta mediterranea

L’acne colpisce il 70-80% degli adolescenti, persistendo nei 20 e 30 secondi in circa il 64 e il 43% degli individui, rispettivamente.

Questa patologia della pelle può lasciare cicatrici e iperpigmentazioni per tutta la vita che devono essere correttamente prevenute e trattate considerando che incidono notevolmente sulla qualità della vita e sulla salute emotiva dei pazienti.

Il pleomorfismo lesionale è un aspetto tipico dei pazienti con acne, rappresentato da diverse lesioni contemporanee nello stesso paziente, che possono essere sia lesioni infiammatorie (papule, pustole e noduli) sia lesioni non infiammatorie come i comedoni.

In questo contesto, l’acne può essere presente in un’ampia varietà di manifestazioni cliniche a seconda della gravità della lesione predominante, del numero e del tipo.

“La desquamazione anormale dell’epitelio del follicolo sebaceo (comedogenesi), l’iperplasia delle ghiandole sebacee con seborrea, l’aumento della colonizzazione batterica del follicolo (Propionibacterium acnes), e fattori immunologici e infiammatori, sono i fattori fisiopatologici più importanti che influenzano lo sviluppo dell’acne”.

Oltre ai fattori genetici, considerati la causa principale dello sviluppo dell’acne, diverse evidenze hanno riportato che comunemente attribuiscono la condizione dell’acne o la sua esacerbazione anche a influenze ormonali e fattori dietetici.

dieta mediterranea

“Nonostante la letteratura scientifica riporti risultati e conclusioni contraddittorie sul ruolo della dieta nell’acne, a causa soprattutto dei numerosi limiti del disegno dello studio, recentemente alcuni studi prospettici controllati e ben progettati hanno mostrato la relazione tra nutrienti specifici e gravità clinica dell’acne”.

Di interesse, sono state riportate associazioni tra l’assunzione di latte vaccino e il consumo di alimenti ad alto indice glicemico con presenza e durata dell’acne più lunga.

La dieta mediterranea è caratterizzata da un elevato consumo di olio extra vergine di oliva, pesce, verdure, legumi, prodotti integrali, frutta e noci. 

Pertanto la dieta mediterranea sembra essere una dieta a basso indice glicemico e, per questo motivo, potrebbe essere valutata come fattore protettivo contro lo sviluppo dell’acne.

La dieta mediterranea riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo, fornendo una fonte significativa di vitamine antiossidanti.

In conclusione scrivono gli autori: “i pazienti con maggiore gravità clinica dell’acne potrebbero trarre un ulteriore beneficio da attenti interventi dietetici”.

 

Leggi anche: Argilla verde: tutti gli usi

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *