Fiori: la bellezza e nella loro utilità

Sette fiori e piante amiche dell’orto da usare anche in cucina

Tre cose ci sono rimaste del Paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”. Per gli amici delle piante e per chi ama i fiori. Per quelli che ne hanno già tanti e per chi, invece, vorrebbe iniziare a dedicarsi al giardinaggio. Per chi ha un grande terrazzo o solo un piccolo balcone. Insomma, per tutti quelli che pensano che un fiore non sia solo bello, ma anche utile, perchè ad esempio attira le api, ecco alcuni consigli su tutti i fiori da coltivare nella stagione estiva e non solo.

ACHILLEA
Un bellissimo fiore bianco simile alla margherita che attira tanti impollinatori ed altri insetti benefici e sembra allontanare formiche e mosche. La sua particolarità è quella di essere un fiore perenne, resistente alla siccità e capace di crescere anche su terreni argillosi. La si può usare come attivatore del compost perchè migliora la fertilità del suolo e dalle sue foglie si può ottenere un fertilizzante liquido.

CALENDULA
Dai colori accesi che toccano tutte le sfumature del giallo e dell’arancione, la calendula scoraggia l’insediamento dei nematodi nel terreno. I suoi petali possono essere utilizzati in cucina nella preparazione delle minestre, per conferire loro colore e aroma. Questo fiore produce farmaci utilizzati nella medicina omeopatica e farmaci antidolorifici usati nel post-operatorio. Nella medicina popolare, invece, la pianta è ampiamente usata per il trattamento di problemi uterini e crampi mestruali, per stimolare l’attività del fegato e mitigare gli spasmi gastrici.

CAMOMILLA
Oltre ad essere un bellissimo fiore ha anche molte qualità e utilità. Tutti conosciamo la camomilla e i suoi effetti terapeutici, essa calma lo stress, è utile contro i dolori addominali e come antidoto contro la cattiva digestione. Ideale per chi ha problemi di insonnia. Ma non tutti sanno che la camomilla può essere sfruttata anche come antiparassitario: coltivata vicino ai porri, ad esempio, tiene lontana la tignola del porro.

NASTURZIO
Fiore poco conosciuto il nasturzio o Trapaeolum majus puo essere coltivato sotto altre piante in modo da mantenere il suolo bello umido. Si usa in cucina, insieme al pomodoro e ai fagioli, e ha un sapore simile a quello della rucola. Tiene lontani gli afidi. Fiorisce da giugno ad ottobre ed è facile da coltivare perchè non richiede molta acqua o una particolare temperatura.

PETUNIA
Originaria dell’America del Sud, la pianta fiorisce in primavera e in estate. Spesso la si pianta negli orti perchè protegge la coltivazione dai parassiti. La petunia è un bellissimo fiore, colorato e vivace che potrà rendere il vostro balcone un piccolo angolo di Paradiso.

PRATOLINA
La pratolina o comune margherita è un evergreen dei fiori: elegante, raffinato e gentile. Semplice da coltivare e piacevole alla vista. I suoi petali attirano le api e le farfalle.

TAGETE
I tagetes, originari del Messico, sono sia autunnali che estivi. Attirano le api e le coccinelle, simbolo della coltivazione biologica in quanto mangiano gli insetti parassiti delle piante. Anche questa pianta, come il nasturzio, si mangia insieme ai pomodori, ai fagioli e al basilico. È un fiore bellissimo, i cui colori toccano tutte le variazioni e sfumature del giallo, del rosso e dell’arancio. Fiore decorativo e appariscente, ricco di petali, ha una crescita rapida che raggiunge i 15 cm. La loro fioritura si protrae da maggio fino a ottobre a seconda della temperatura.

Condividi

Lascia un commento :