fbpx

Quando il clima cambia, la salute peggiora.

Quando il clima cambia, cambia anche la salute e le conseguenze non sono da meno. Ne è la conferma dei cambiamenti climatici di questo periodo in cui le temperature sono ancora nella norma per affrontare il freddo che ancora deve arrivare del tutto. Durante i tre giorni del simposio internazionale ‘Health and climate change’ che si è aperto nella sede dell’Istituto superiore di sanità, si è parlato del rischio dell’aumento delle malattie. Secondo l’organizzazione mondiale della sanità sette milioni di persone ogni anno muoiono di malattie trasmissibili a causa dell’inquinamento. L’OMS ritiene che si debba diminuire il livello di particolato sottile affinché possa ridurre la mortalità nella città inquinante del 15% l’anno. Solo il 12% rispetta i limiti.

In Europa, per esempio, si prevede l’aumento della diffusione della zanzara tigre che comporta l’aumento delle patologie al momento della puntura dell’insetto. Secondo i ricercatori del Mit, a fronte del generale aumento di un grado Celsius, le entità sono salite al 2%. Le malattie incluse sono: la depressione, ansia, insonnia etc. Secondo l’OMS nel mondo avvengono circa il 50% dei decessi in età pediatrica causato da infezioni delle basse vie respiratore. Infatti, in Italia uno studio ha valutato gli effetti del caldo sui ricoveri ospedalieri di cui ha evidenziato un incremento del 12% nei ricoveri pediatrici per cause respiratorie.

Condividi

Lascia un commento :