Un metodo innovativo per operare la tiroide

TIROIDE – È il servizio d’eccellenza quello di operare la tiroide senza tagli del dottor Andrea Casaril. Da anni interessato nella sperimentazione, studia e cerca di trovare metodi sempre più efficaci per le operazioni, in questo caso la tiroide! Il nuovo metodo si chiama Toetva, nato in Tailandia per motivi religiosi. Oggi, sono 25 i centri che applicano questa funzione: tra cui negli Usa, due in Italia e in Asia.  Il servizio è composto di un team interdisciplinare formato da specialisti di alto livello tra cui: radiologi, ecografisti, endocrinologi, oncologi ed endocrino-chirurgici.

L’acronimo inglese è «Toetva», che in italiano sta per «tiroidectomia endoscopica transorale con approccio vestibolare. “Vengono eseguite tre piccole incisioni nella parte interna del labbro inferiore: da quella centrale si entra con uno strumento che scende sotto l’osso del mento e serve a gonfiare il collo con dell’aria per allargare lo spazio operatorio, visibile attraverso una telecamera applicata allo stesso strumento”, spiega Casaril – dichiarazione riportata sul sito www.larena.it

Continua Casaril: “Il vantaggio è estetico. Procedure e strumenti sono gli stessi della tecnica mininvasiva e si preserva sempre il nervo laringeo che innerva le corde vocali”. La Toetva non può essere applicata su tutti i pazienti: come nella tecnica mininvasiva il discrimine è dato dalla grandezza della tiroide, che nel caso di gozzi importanti può essere operata solo con la tecnica tradizionale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *