fbpx

Sedano Afrodisiaco: mangiare per fare bene l’amore

Il sedano da coste e il sedano rapa rientrano come le carote nella famiglia delle ombrellifere. Il suo antenato botanico è l’aromatico Appio originario della zona mediterranea, in particolare delle coste. Del sedano si consumano i gambi carnosi mentre del sedano rapa la radice globosa. Prima del Rinascimento, età in cui il sedano entrò a far parte della tavola alimentare, le foglie di questa pianta venivano utilizzate per ornare la fronte dei poeti. E fu proprio in Italia che si diede inizio alla cucina del sedano. Dal sapore delicato, il sedano ha acquisito notorietà e fama di cibo afrodisiaco. La coltivazione del sedano prevede una seminatura primaverile, si pianta infatti a marzo scavando un solco di quindici centimetri riempendolo di compost e mettendo a dimora le piantine distanziandole di 30 o 40 cm. L’innaffiatura, cospicua, deve rendere melmoso il terreno così che il sedano si nutra della quantità d’acqua di cui necessita per una buona crescita. Il terreno deve rimanere umido per tutta la durata della coltivazione. In agosto, prima che vengano raccolte le coste di sedano, esse vanno imbianchite, secondo vari procedimenti. Il primo prevede di legare le coste rincalzarle con la terra per nasconderle quasi completamente, mentre un secondo metodo prevede di avvolgere le coste in un telo di plastica nera teso e ben legato dal piede sino all’estremità della pianta. Queste pratiche hanno una durata di 3 settimane. La raccolta si effettua in settembre.

Il sedano da coste si taglia alla base scartando le radici, mentre il sedano rapa si estirpa dal terreno con l’aiuto della forca-vanga. Estratto va lasciato asciugare per un giorno. Il sedano rapa si conserva in una cassetta sepolto dalla sabbia in un luogo fresco e areato ma al riparo dal freddo. Le malattie cui si deve fare attenzione per quel che riguarda il sedano sono la ruggine e la peronospora, in tal caso si consiglia di irrorare le piantine con poltiglia bordolese.

Varietà

Sedano da coste: d’elne, gigante dorato, pieno bianco, giant red

Sedano rapa o sedano di Verona: alba tardivo, monarca, ortolano, presidente.

Curiosità

Un buon vicino d’orto del sedano è il pomodoro dato che il suo forte aroma ne tiene lontani i parassiti.

Seminate i sedani in fase di luna calante.

Proprietà: Altamente diuretico e depurativo per l’organismo essenzialmente composto da  fibre, e minerali vari come sodio, potassiofosforo, calcio e ferro e, per quanto riguarda le vitamine, sono presenti la C e la K.

 

Aggiungi al ricettario:

CREMA DI SEDANO

COSTOLE DI SEDANO CRUDE AL FORMAGGIO

Condividi

Lascia un commento :