fbpx

Allenamento Natked alla riscoperta dell’istinto

È un allenamento funzionale, il Natked, che riesce a combinare elementi di yoga, arti marziali e ballo.

Il nome Natked rappresenta l’acronimo di “natural” e “naked”, l’allenamento, infatti, prevede che non si indossino le scarpe affinché i movimenti, su struttura jungle, mettano in contatto con il proprio profondo istinto personale.

Un workout individualizzato, Natked, non rappresenta soltanto una nuova frontiera del fitness, ma è un allenamento sensoriale che coinvolge ogni sfera della persona.

sentobene gocce auricolari

Come?

Il primo passo è prendere consapevolezza del proprio corpo stimolando i muscoli con flussi dinamici

ed equilibrati.

“γνῶθι σαυτόν “dicevano gli antichi greci, conosci te stesso, per vivere bene aggiungiamo noi.

.

Ogni workout è progettato in base alle esigenze individuali, e, anche la sequenza dei movimenti tiene conto di una serie di elementi perché Natked risulti un percorso integrato.

La nuova disciplina del Fitness si ispira all’animal flow, allo yoga e alle arti marziali.

 

Via le scarpe, allora, per riappropriarsi del personale rapporto con la Terra e con il mondo, un allenamento silenzioso e basato sulla concentrazione, perché i muscoli si allenino piano piano e tutti insieme.

Gli aspetti fondamentali su cui lavora il Natked sono mobilità, equilibrio e resistenza attraverso esercizi flow, elements e strenght.

 

L’allenamento non prevede una ripetitività poiché esso è in costante evoluzione, è una disciplina che nasce come terapia per atleti professionisti che necessitavano di una solida base muscolare e di movimento perché andassero oltre le specificità della loro disciplina; poi è diventato un urban fitness a tutti gli effetti dalla personalità natural perché potesse abbracciare la mente oltre il corpo.

.

L’allenamento viene potenziato in alcuni casi con la crioterapia (https://www.salutebuongiorno.it/2020/01/la-terapia-del-freddo-la-criosauna/ )

 

per stimolare il metabolismo e il sistema immunitario.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *