fbpx

Pelle assetata? Come prevenire arrossamenti e dermatiti

Una pelle assetata è una pelle che ha bisogno di piccole cure quotidiane, e non solo perché una pelle ben idratata è tonica ed elastica capace di combattere i segni del tempo, ma anche perché col manifestare sintomi quali rossori e secchezza potrebbe incorrere in malesseri più seri come la dermatite.

La percentuale d’acqua presente nel nostro corpo è pari al 65-70%, percentuale che tende ad abbassarsi con l’avanzare dell’età, infatti, col trascorrere del tempo, la quantità d’acqua corporea tende a ridursi, provocando l’invecchiamento cutaneo per cui diventa necessario idratare la pelle.

La regola anglosassone dell’8×8, secondo la quale è necessario bere 8 bicchieri d’acqua per 8 once al giorno, non vanta evidenze scientifiche, ciononostante, bere una giusta quantità d’acqua aiuta indubbiamente l’epidermide a riprendere tonicità e vigore.

Bere, quindi, almeno 1 litro d’acqua al giorno è un consiglio utile per tutti.

Se però proviamo reticenze di vario genere e non si ha la sensazione di sete, si può optare per bevande aromatizzate con menta e limone, ad esempio, che stimolano la sete, bevande che richiedono una preparazione breve e allo stesso tempo efficace per l’idratazione.

Con l’avanzare dell’estate e con l’esposizione al sole, come anche i riscaldamenti domestici, un apporto insufficiente d’acqua in questo periodo di forte traspirazione, può essere un fattore determinante per la disidratazione.

Sudorazione e alte temperature seccano la pelle rendendola ruvida persino al tatto.

Bere molta acqua, quindi, ma anche eseguire trattamenti idratanti per il corpo, come applicazione di creme e olii dopo la doccia, assicurandoci che la pelle sia ben asciutta per favorirne l’assorbimento e quindi l’efficacia.

I trattamenti andrebbero eseguiti con costanza, la mattina e la sera, perché rilascino la quantità adeguata di acqua e vitamine.

I prodotti dovrebbero assicurare un’idratazione prolungata e lenitiva, capace, cioè, di prevenire arrossamenti e di controllo sulla produzione di sebo causata, in genere, da fattori ambientali.

L’acido ialuronico, già presente nell’epidermide, è un’ottima soluzione, perché umidifica la pelle e ne riattiva le funzionalità.

L’acido ialuronico, infatti, lega le molecole d’acqua svolgendo una forte azione idratante dei tessuti e stimola la produzione di nuovo collagene.

Si sconsiglia, invece, a fini di idratazione, l’utilizzo di lozioni idratanti che contengono profumazioni, poiché potrebbero irritare la pelle.

Potrebbe anche interessarti: https://www.salutebuongiorno.it/2020/06/doccia-le-regole-per-non-disidratare-la-pelle/ 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *