fbpx

Capello ciclo e caduta stagionale

Il capello ha un ciclo che va dai due ai sei anni, allorquando il bulbo diventa atrofico.

Durante l’arco di un anno assistiamo alla caduta periodica dei capelli, nel dettaglio in autunno e in primavera, tra aprile e maggio.

In autunno in particolare, il capello risente della diminuzione delle ore di luce del giorno e del cambiamento ormonale che viviamo.

sentobene gocce auricolari

Se aggiungiamo una buona dose di stress post estate e il rientro alle attività lavorative, l’esposizione all’inquinamento urbano e un’alimentazione meno ricca di vitamine e acqua, ecco che il capello tenderà a cadere.

Nessun allarmismo.

È fisiologica la caduta dei capelli in autunno, quantificabile con un numero che si aggira intorno ai 100 capelli al giorno.

Dobbiamo preoccuparci se la perdita è notevolmente maggiore e se ricrescono male e pochi, in questo caso è necessario rivolgersi a uno specialista.

Per rafforzare il bulbo e il capello possiamo assumere diversi integratori, così come raccomandano i tricologi, si tratta di integratori a base di zinco, vitamina B6 oppure cisteina, l’amminoacido che produce la cheratina, fondamento dei nostri capelli.

Ottimo anche l’integratore di mela annurca, si assume per via orale e contiene vitamine A, B, C ed E, oltre a minerali come zinco e ferro utili per i processi di cheratizzazione.

Esistono, inoltre, numerosi trattamenti per fortificare la cute e il fusto con shampoo extra delicati anti caduta e fiale.

Una buona attenzione alla dieta, non fate mancare sulla vostra tavola elementi come il ferro, i legumi, la frutta secca, molluschi e cacao fondente.

Benissimo gli ortaggi a foglia verde, il pesce, i piselli, il latte, il lievito di birra.

Leggi anche: Capelli: mela Annurca campana un’alleata naturale

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *