fbpx

Glutatione migliora l’attività di fegato e intestino

Il glutatione è un composto organico che partecipa all’ ossidazione dei carboidrati.

È un potente antiossidante capace di prevenire l’invecchiamento cellulare detossificando le cellule dai radicali liberi.

Il glutatione, inoltre, partecipa al trasporto degli aminoacidi attraverso la membrana cellulare.

È presente a livello dei globuli rossi nel sangue e favorisce il trasporto di emoglobina. 

Presente come integratore è reperibile in commercio come ingrediente singolo oppure combinato con altre molecole antiossidanti.

Le quantità maggiori di glutatione sono presenti nel frutto del pompelmo e negli asparagi.

Nell’agrume pompelmo questo composto migliora l’attività del fegato con l’accelerazione della trasformazione dei grassi in energia.

Ma sono i germogli della pianta Asparagus officinalis (Asparagi) della famiglia delle Liliacee, la stessa dell’aglio e della cipolla, a contenere le percentuali maggiori di glutatione.

Antiossidanti per eccellenza, consumare una buona quantità di asparagi ci aiuta a combattere l’invecchiamento, depurando il fegato ma anche l’intestino.

Gli asparagi possono essere consumati freschi o surgelati, dopo averli lessati puoi condirli con un filo d’olio e servirli in tavola come contorno.

Gli asparagi, in quanto Liliacee, non possono essere consumati da chi non tollera aglio, cipolla e porri.

Inoltre, il glutatione protegge gli occhi dalla cataratta.

Il glutatione partecipa ai processi di produzione e riparazione dei tessuti ma anche alla sintesi di proteine e altre molecole oltre che rafforzare le difese immunitarie.

Utilizzato nei trattamenti legati ai problemi di fertilità maschile, malattie polmonari e diabete.

Nel caso lo si volesse assumere come integratore è consigliato ascoltare il parere del proprio medico di cura, qualora si risultasse allergici al principio attivo.

 

Leggi anchePompelmo fresco o in succo. Le proprietà

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *