fbpx

Mattinieri meno inclini alla depressione

I mattinieri, persone che si svegliano presto al mattino e riposano con regolarità la notte, sarebbero meno inclini agli stati depressivi.

Sono numerosi gli studi osservazionali che rilevano una stretta relazione tra i ritmi circadiani, ovvero il ciclo sonno- veglia, e l’inclinazione a vivere stati depressivi.

A parlarne è una ricerca pubblicata dalla rivista Nutrition Foundation of Italy , che nonostante la difficoltà a individuare chi causi cosa, scrive infatti: “in altre parole se le turbe del sonno rappresentino una conseguenza, o invece una possibile causa, della comparsa di depressione”, d’altro canto rileva elementi interessanti sulle differenze tra mattinieri e sonnambuli in relazione ai disturbi depressivi.

sentobene gocce auricolari

Una ricerca molto ampia di Uk Biobank e 23andMe, ha preso in esame oltre 840.000 adulti di cui un terzo si identificava come mattiniero, il 9%, invece, era tendenzialmente nottambulo, e abituato quindi a svegliarsi tardi, mentre i restanti si trovavano in una situazione intermedia.

mattinieri

“Il “punto medio del sonno”, tra l’ora in cui i soggetti si coricavano e l’ora della sveglia, cadeva alle 3 del mattino (mediamente le persone andavano a letto alle 23 e si svegliavano alle 6)”.

Le informazioni acquisite e confrontate con analisi genetiche hanno mostrato che le persone geneticamente predisposte a svegliarsi presto la mattina, e quindi a essere più mattiniere, mostravano una riduzione del 23% della probabilità di soffrire di depressione rispetto a coloro che preferivano dormire e svegliarsi più tardi nella giornata, per ogni ora di differenza nel “punto medio del sonno.

Insomma chi va a aletto presto, diciamo intorno alla mezzanotte potrebbe ridurre il rischio del 23% di sviluppare sintomi depressivi rispetto a chi invece andasse a letto all’una e dormisse lo stesso numero di ore.

A fare la differenza tra mattinieri e sonnambuli sarebbe l’esposizione ai raggi solari durante il giorno, che si tradurrebbe in una quantità di ormoni capaci di influenzare positivamente l’umore, oppure semplicemente il fatto che viviamo in una società di “mattinieri” che potrebbe deprimere chi invece ha abitudini differenti.

Resta ancora da chiarire l’eventualità che coloro che sono già mattinieri possano trarre un vantaggio dall’alzarsi ancora prima.

Tuttavia, per chi invece si addormenta tardi la sera, e di conseguenza si sveglia tardi al mattino, anticipare la sveglia sembrerebbe essere un valido aiuto per l’umore”.

 

Leggi anche: Depressione post parto sintomi e risorse protettive

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *