Minaccia di malattie infettive in Ucraina

Risale a tre giorni fa l’esternazione pubblica dell’Oms sulla preoccupazione di una forte minaccia di malattie infettive in Ucraina.

La preoccupazione sulla minaccia di malattie infettive in Ucraina è motivata, tra l’altro, da un articolo pubblicato da Nature in cui si esplicita che l’interruzione dei servizi sanitari e l’inadeguatezza dei servizi igienici, sta peggiorando notevolmente la situazione epidemiologica.

La diffusione del Covid 19, il tasso di vaccinazione in Ucraina è pari al 34%, ma anche malattie diarroiche e casi di morbillo rappresentano assalto e minaccia di malattie infettive in Ucraina.

salutebuongiorno canale youtube

Aumenta, quindi, il rischio relativo a epidemie di poliomielite e morbillo.

“E poiché le strutture sanitarie e le strade sono ridotte in macerie, l’accesso ai servizi diagnostici e alle cure per la tubercolosi (TB) e l’HIV/AIDS viene interrotto, il che si aggiungerà al loro carico già alle stelle” scrive Nature.

Sono molto, molto preoccupato per l’Ucraina.

Innanzitutto, che ciò possa portare a un conflitto a lungo termine che distruggerà completamente il sistema sanitario”, afferma Lucica Ditiu, medico rumeno e direttore esecutivo della Stop TB Partnership a Ginevra, in Svizzera.

La minaccia di malattie infettive in Ucraina è sintesi di una crisi che ha origine da una grave ondata della variante Omicron, che nel mese di febbraio aveva raggiunto il suo picco.

minaccia di malattie infettive in Ucraina

Con l’aggressione russa, iniziata il 24 febbraio, i test COVID-19 sono precipitati, così come

ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), in una conferenza stampa del 2 marzo.

Il rischio di minaccia di malattie infettive in Ucraina riguarda, in primo luogo, il Covid-19.

In tutto il paese, i tassi di vaccinazione contro il COVID-19 sono bassi: circa il 65% a Kiev, ma fino al 20% in alcune regioni, ha affermato Jarno Habicht, capo dell’ufficio dell’OMS in Ucraina, aumentando la minaccia di malattie infettive in Ucraina.

Una diffidenza di lunga data tra la popolazione nei confronti dei vaccini ha ostacolato gli sforzi di immunizzazione anche per altre malattie prevenibili con i vaccini, come il morbillo e la poliomielite.

Il morbillo è una delle prime preoccupazioni in qualsiasi crisi umanitaria“, afferma James Goodson, specialista in morbillo presso i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

L’Ucraina ha avuto un grande focolaio iniziato nel 2017 e continuato fino al 2020, con oltre 115.000 casi.

minaccia di malattie infettive in Ucraina

Entro il 2020, la copertura nazionale segnalata con due dosi di vaccino contenente il morbillo era fino all’82%, secondo il CDC, un grande miglioramento ma non ancora abbastanza alto da prevenire focolai mortali.

 Più preoccupante, la copertura vaccinale è stata inferiore al 50% in alcune regioni, come Kharkiv, dove un numero enorme di persone sta fuggendo dal conflitto.

“Man mano che le persone entrano, dobbiamo davvero aumentare la sorveglianza nei paesi circostanti per poliomielite, morbillo e anche per COVID per assicurarci di prevenirli”, ha affermato Heather Papowitz, responsabile dell’incidente dell’OMS per l’Ucraina, durante il briefing. “Cercare di fornire vaccini per morbillo, poliomielite e COVID è fondamentale”.

 

Leggi anche: Medici senza frontiere: come aiutare l’Ucraina

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *