Manifesto per combattere l’emicrania

Fondazione Onda ha redatto un manifesto per combattere l’emicrania dal titolo: “Uniti contro l’emicrania”.

Una vera e propria call action quella del manifesto per combattere l’emicrania, perché non solo si acquisiscano conoscenza su una patologia che conta solo in Italia 15 milioni di persone che hanno manifestato almeno un episodio di emicrania nel corso della vita, ma anche per stabilire nuovi percorsi clinici di diagnosi e cura che tengano conto del genere come fattore determinante.

Perché?

sponsor salutebuongiorno

Secondo quanto enunciato dalla Fondazione Onda nel manifesto per combattere l’emicrania, questa patologia si connota come malattia di genere, in quanto, le donne sono le più colpite da questa dolorosa malattia.

Sono 11 milioni le donne in Italia a soffrire di emicrania.

Scrive nel manifesto per combattere l’emicrania la Fondazione: “Secondo l’indagine “Vivere con l’emicrania” condotta nel 2019 dal Censis, che analizza in maniera approfondita il fenomeno, si può parlare a pieno titolo di patologia “di genere”.

manifesto per combattere l'emicrania

Ad esempio, la malattia appare più debilitante per le donne, che definiscono “scadente” il proprio stato di salute nel 34 per cento dei casi contro il 15 per cento degli uomini mentre il tempo medio per arrivare a una diagnosi è doppio per le donne, quasi 8 anni, rispetto agli uomini, per cui parliamo di 4 anni”.

Gli attacchi di emicrania di cui soffrono le donne sono in media più lunghi: il 39 per cento, infatti, ha attacchi di emicrania che superano le 48 ore contro il 12 per cento degli uomini.

Ancora sono le donne a lamentare maggiormente anche la riduzione delle attività sociali (43 per cento vs 21 per cento) con difficoltà che si manifestano sul lavoro (40 per cento vs 27 per cento), nello svolgimento delle attività domestiche e familiari (36 per cento vs 18 per cento) e nella gestione dei figli (19 per cento vs 8 per cento).

manifesto per combattere l'emicrania

Il 70 per cento dei pazienti dichiara di non riuscire a fare nulla durante l’attacco e il 58 per cento vive nell’angoscia dell’arrivo di una nuova crisi.

Malattia cronica, l’emicrania, dispendiosa in termini di costi umani, sociali ed anche economici, basti pensare che in Italia il costo annuale per paziente con emicrania è pari a 4.352 euro.

Tra i punti principali del manifesto per combattere l’emicrania: “la necessità di promuovere campagne di sensibilizzazione, potenziare i collegamenti e le sinergie tra i professionisti del territorio e i centri cefalee, garantire un accesso tempestivo ai percorsi diagnostico-terapeutici riducendo i tempi della diagnosi, potenziare la formazione dei medici della medicina generale e specialistica, promuovere l’innovazione terapeutica e facilitarne l’accesso, ridurre l’impatto economico della malattia attraverso la presa in carico precoce del paziente”.

 

Leggi anche: Il raggio verde. Studi sull’emicrania

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *