Il mondo si tinge di blu per l’autismo

Ricorre oggi la giornata mondiale dell’autismo, un disturbo neuro-psichiatrico che caratterizza la perdita di interesse per il mondo esterno. Questo provoca una chiusura in sé stessi, deliri e allucinazioni. Di conseguenza, tale disturbo porta al mancato sviluppo di relazioni sociali con la conseguente diminuzione dell’integrazione di inserirsi in un ambiente sociale e nel mondo della comunicazione. Infatti, sono ancora sconosciute le cause di tale problema.

Il problema dell’autismo persistere soprattutto nella regione Campania, ma non solo. Infatti, le assenze di cure adatte rendendono il caso ancora un problema in prima linea. Di conseguenza, si registrano 782 nuovi casi all’anno. Dal 2008, l’ONU ha istituto per la prima volta, la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo. Nella ricorrenza di tale avvenimento del 2 aprile, è un’occasione per accendere le luci. A livello mondiale si parla di un’incidenza dell’1%. Infatti, grazie Light it up blue quest’iniziativa si colora di blu che di conseguenza prevede l’illuminazione dei luoghi, per informare la popolazione sul problema dell’autismo.

A Salerno, invece, oggi 2 aprile viene presentato il progetto scolastico “L’autismo entra nella società civile”. Otto gli istituti partecipanti, tre i temi dominanti: inclusione, autonomie, laboratori. Alla presentazione, in programma alle ore 11 presso la scuola media Tasso di Salerno, parteciperanno la dirigente scolastica Elvira Vittoria Boninfante, il dottor Vittorio Naddeo dell’associazione “Autismo chi si ferma è perduto”, il vice sindaco di Salerno, Eva Avossa, il direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Salerno, dottor Giulio Corrivetti, la neuropsichiatra infantile Margherita Di Ciancia.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *