Virus intestinale: come stare meglio

Se un virus attacca il nostro intestino è necessario, per alleviare i disturbi ad esso correlato quali nausea, diarrea e vomito, idratare molto bene l’organismo perché il corpo possa recuperare i liquidi persi e ad essi associati, sali minerali e vitamine.

Bere acqua, molta e tisane lenitive, prima fra tutte, la tisana di semi di finocchio, camomilla e malva.

Evitare accuratamente la caffeina, quindi anche coca cola nonché l’alcool.

Il vero toccasana per un intestino in disordine è, comunque, la mela meglio se associata al limone, grattugiata fresca o cotta che rallenta la crisi di diarrea.

Bene anche le banane, non troppo mature, esse sono in grado di assorbire i liquidi in eccesso dell’intestino e agevolare il transito intestinale.

Per quel che riguarda i pasti bisognerà eliminare, per la durata del disturbo intestinale, i latticini e derivati e prediligere il pesce e le carni bianche.

Ridurre il consumo di olio extra vergine, evitare fritture e cibi elaborati per fare, invece, spazio alla cottura al vapore.

L’assunzione di carboidrati, in prevalenza riso, va bilanciata con un apporto di carboidrati di origine vegetale, quali le patate e, comunque, meglio cucinare prodotti raffinati bianchi piuttosto che pasta e riso integrali.

Le carote rappresentano una buona soluzione per il disordine intestinale, cotte, crude o centrifugate determinano un funzionamento equilibrato della zona intestinale.

L’aglio: assumerlo poiché aiuta ad espellere il virus e i parassiti intestinali.

In ultimo non dimentichiamo di ingerire succo di limone per le sue note proprietà astringenti e curative indicate a combattere l’infiammazione.

Si consiglia di assumere probiotici per ristabilire l’equilibrio della flora batterica dopo aver ascoltato il parere del medico.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *