fbpx

Tartufo quel fungo proteico antiage

Il tartufo è un prezioso fungo ipogeo, si raccoglie in diverse zone della penisola e varia per condizioni climatiche e territorio.

In Umbria, durante l’inverno, è possibile trovare la qualità nera del tartufo, la più pregiata, che rende la regione umbra la terra madre del tartufo.

Le sue  varietà  sono riassumibili in quella bianca e quella nera, variano per stagione di raccolta e metodi di assunzione in cucina, la varietà bianca si consuma cruda, grattugiata fresca sui piatti al contrario del tartufo nero da cui si ricavano creme e sughi per condire i piatti.

I suoi costi elevati si riconducono non solo alla rarità del prodotto ma anche alla specificità dei territori in cui cresce, non cresce dappertutto e non è sempre facile imbattersi in questo pregiato fungo.

Il tartufo può essere catalogabile come un healthy food sia per le sue proprietà nutritive sia per i suoi effetti benefici sullo stato psichico della persona.

Questo fungo, infatti, per il suo contenuto di anandamide, stimola la produzione di melatonina e aiuta a modulare l’umore, contribuendo al benessere generale della persona.

Ipocalorico, 100 grammi di tartufo contengono circa 30 calorie, e dall’alto contenuto proteico, il tartufo ben si adatta alla dieta di sportivi o semplicemente, di chi pratica una intensa attività fisica.

Ricco di antiossidanti possiamo annoverarlo tra gli alimenti anti invecchiamento, ciò è riconducibile all’assorbimento che avviene dalla terra di minerali e sostanze nutritive che coadiuvano l’organismo nel contrasto dei radicali liberi.

Grazie al suo contenuto di calcio e di potassio, il tartufo rileva buoni effetti per la salute dei denti e delle ossa oltre che dei reni.

È fonte, inoltre, di magnesio e vitamine oltre che godere di proprietà antibatteriche, antitumorali e antinfiammatorie.

Segnaliamo un documentario prodotto da Luca Guadagnino e diretto da Micheal Dweck, che ha come tema proprio la raccolta del tartufo.

Il film – documentario si chiama “The Truffle Hunters” ovvero cacciatori di tartufi e sta viaggiando tra i festival internazionali di cinema.

 

Leggi anche: Funghi un piatto ricco ma ipocalorico

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *