fbpx

 Allenarsi all’aperto? Meglio al freddo

Allenarsi all’aperto anche a basse temperature gioverebbe all’organismo.

A testimoniarlo è una ricerca apparsa sulla rivista Journal of Applied Physiology.

Il freddo, infatti, influirebbe sul metabolismo, se si è scelto di allenarsi all’aperto.

Nel dettaglio, lo studio, si poneva l’obiettivo di capire come il freddo influisse sul metabolismo per quel che concerne l’ossidazione dei lipidi, in altri termini, quanto aiutasse l’organismo a bruciare i grassi.

allenarsi all'aperto

Al campione di partecipanti è stato chiesto di allenarsi a diverse intensità di temperatura

Simulando così un allenarsi all’aperto e uno al caldo.

A confronto gli zero gradi e i 21 gradi.

Dieci sprint di bicicletta da 1 minuto al 90% dello sforzo con un minuto di recupero seguiti da 90 secondi di bici a uno sforzo del 30% e un periodo di defaticamento.

allenarsi all'aperto

Allenarsi all’aperto, e quindi al freddo, ha aumentato l’ossidazione dei lipidi di oltre 3 volte rispetto all’allenamento a 21 gradi.

L’esperimento ha inoltre valutato la durevolezza dei benefici sull’organismo.

In pratica allenarsi all’aperto ha comportato un’ossidazione dei lipidi del 358%, buona anche la risposta glicemica ma migliore quella dopo l’allenamento a 21 gradi.

La ricerca rappresenta un primo approccio a questo tipo di indagine.

Le difficoltà dello studio hanno riguardato la mancanza di volontari e poche sessioni di allenamento.

Ciononostante si continua a valutare la possibilità di ampliare il range di ricerca su questo tema.

 

Leggi anche: Camminare: è boom di app contapassi

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *